CRONACA - DENUNCIATI TRE RAGAZZI PER POSSESSO DI SOSTANZE STUPEFACENTI

<p>post <b>L. Pioppi </b>UJcom2.0 <b><a title="Scrivi a Luana Pioppi" href="mailto:luanapioppi@alice.it" target="_blank"><span style="color: #006699;">@</span></a> </b>(UJ.com) CITTA' DI CASTELLO - Tre denunce in stato di libertà: due fatte a due giovani per spaccio di sostanze <b>stupefacenti</b>, la terza ad un altro per guida sotto l'effetto delle predette sostanze. E' questo il frutto dell'operato messo in atto dal commissariato di Polizia di Città di Castello che nei giorni scorsi ha predisposto da tempo controlli accurati, volti alla prevenzione e repressione del fenomeno, presso le scuole del comprensorio negli orari di ingresso ed uscita dagli istituti scolastici ed i luoghi abitualmente frequentati da minori.</p>
<p>Tutto è successo lo scorso 26 ottobre, nel corso di un servizio mirato. Gli operatori di polizia hanno notato, presso un giardino pubblico di questo centro, due soggetti  maggiorenni noti all'ufficio quali assuntori di <b>sostanze </b>stupefacenti, che si intrattenevano con un nutrito gruppo di minori. Alla vista degli agenti del commissariato, i componenti del gruppo hanno cercato di dileguarsi, senza successo.  Dal controllo eseguito sul posto, due di loro, un minorenne ed un maggiorenne, sono stati trovati in possesso di sostanze stupefacenti, del tipo hashish e marijuana, in dosi  già confezionate per lo spaccio e di denaro frutto della stessa attività.</p>
<p> </p>
<p>I controlli sono proseguiti con l'esecuzione di perquisizioni domiciliari presso le abitazioni dei giovani, che hanno portato al rinvenimento di  altra sostanza stupefacente dello stesso tipo, bilancini di precisione e materiale utilizzato per il confezionamento della sostanza. Le indagini, immediatamente poste in essere dal <b>personale </b>operante, hanno portato all'individuazione di altri due minori responsabili di spaccio e, le conseguenti perquisizioni domiciliari, eseguite nella notte, permettevano di rinvenire altre dosi di stupefacente, abilmente occultate per sfuggire ai controlli dei genitori e delle forze di polizia,  anch'esse già confezionate per lo spaccio. Al termine dell'intensa e scrupolosa attività di polizia, sono stati deferiti alle competenti autorità giudiziarie un maggiorenne ed tre minorenni, tutti originari di  Città di Castello.</p>
<p> </p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*