CRONACA - A TERNI ESEGUITE TRE ORDINANZE DI CUSTODIA CAUTELARE

<p>
<title>HTML clipboard</title>
<p>TERNI - Sono state eseguite dai Carabinieri di Terni -  a Velletri e Nettuno – 3 ordinanze di custodia cautelare in<b> carcere </b>a carico di altrettanti pregiudicati romani per una serie di furti in abitazione. L’impegno dei militari dell'arma ternana per contrastare il fenomeno dei furti in abitazione e profuso a tutto campo, su più fronti, attraverso:  l’aumento e la razionalizzazione dei servizi preventivi eseguiti in coordinamento con le altre forze di polizia, che ha portato negli ultimi tempi all'arresto in flagranza di numerosi autori di furti; l’attuazione del modello di sicurezza partecipata che prevede il coinvolgimento consapevole e responsabile dei cittadini, mediante l'attivazione tempestiva del pronto intervento tramite utenza 112 e l'adozione di misure di autotutela; lo sviluppo di mirate e specifiche indagini di polizia giudiziaria. <br /> <br /> Infatti, ieri in Velletri ed in Nettuno, i militari del nucleo investigativo del comando provinciale carabinieri di Terni  hanno dato vita all'<b>esecuzione</b> dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa, a carico di tre pregiudicati romani, dal gip di Terni , dottor Santoloci, per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione.  Sono finiti nel carcere di Velletri (Rm): A.G. 30enne, operaio pregiudicato, E.D. 40enne, disoccupato pregiudicato e F.T. 53enne, operaio pregiudicato.<br /> <br /> In particolare nel mese di aprile 2008, i tre arrestati avevano perpetrato nell'area di Calvi dell'Umbria alcuni furti in abitazione il cui bottino aveva fruttato alcune migliaia di euro. L'indagine relativa a tali furti, peraltro, e collegata ad una più ampia attività investigativa posta in essere dai carabinieri del reparto operativo di <b>Roma</b>, iniziata nel 2008 e conclusa nel giugno 2010, che ha portato all'arresto, in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare in carcere, di 14 individui nonché al deferimento in stato di liberta di altri 12, tutti  componenti un sodalizio criminale romano dedito anche alla commissione di illeciti inerenti gli stupefacenti, usura ed armi nell'Italia centrale.</p>
<p> </p>
</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*