Cristiana Pegoraro in concerto, un successo firmato da tutti i Rotary dell'Umbria

<p>post <a target="_blank" href="mailto:mili.wieczorek79@gmail.com">@</a> <b><span style="color: #000000;">M.Wieczorek</span></b> (UJ.com) SPOLETO - Il Premio <b>Rotary Umbria 2011</b> è stato assegnato alla celebre pianista ternana Cristiana Pegoraro. La cerimonia si è svolta ieri pomeriggio al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti di Spoleto. A consegnarle il premio (un ulivo stilizzato a simboleggiare l'Umbria) è stato il governatore del Distretto Rotary 2090, l'architetto Mario Struzzi con la seguente motivazione: "Cristiana Pegoraro è nata in Umbria, a Terni, ma ben presto per il Suo valore artistico, ovunque riconosciuto, è diventata cittadina del mondo e al mondo porta testimonianza del talento e della creatività della nostra Terra.</p>
<p> </p>
<p>Cristiana Pegoraro unisce alla<b> passione</b> e all’impegno per la musica anche un forte impegno sociale partecipando ad importanti progetti umanitari internazionali. Si può affermare che per vari aspetti, quali l’eccellenza professionale, l’anima cosmopolita e la profonda umanità, che si evince anche dai suoi scritti di poesia, questa giovane pianista incarni alla perfezione lo spirito rotariano". Al termine della premiazione la pianista si è esibita davanti al pubblico che riempiva il Teatro Nuovo con un ricco programma che ha spaziato da Beethoven a Chopin passando per Astor Piazzolla e brani originali della stessa Pegoraro. Lunghi applausi per un evento straordinario firmato da tutti e 14 i Rotary Club umbri.</p>
<p> </p>
<p><b>BIOGRAFIA </b></p>
<p>CRISTIANA PEGORARO, PIANISTA E COMPOSITRICE</p>
<p>Cristiana Pegoraro nasce e si forma come pianista classica. Dedica gli anni della sua formazione artistica, oltre al continuo perfezionamento della tecnica, all'approfondimento e all'esecuzione delle opere dei grandi compositori classici, guadagnandosi nel tempo ragguardevoli riconoscimenti di qualità e <b>consolidando</b> vasta competenza ed esperienza. La sua grande passione, tuttavia, unita alla sua spiccata personalità e fantasia, la portano a spaziare oltre il mondo della musica classica, fino ad essere riconosciuta dalla critica anche come una delle migliori interpreti di compositori latinoamericani ed una delle più interessanti compositrici della nuova generazione.</p>
<p> </p>
<p>********* Cristiana Pegoraro si diploma a sedici anni presso il Conservatorio di Terni, sua città natale, con il massimo dei voti, lode e menzione d'onore. Prosegue gli studi con Jörg Demus a Vienna e Hans Leygraf al Mozarteum di Salisburgo e alla Hochschule der Künste di Berlino. In seguito si perfeziona con Nina Svetlanova alla Manhattan School of Music di New York. Il suo pianismo dimostra grandi capacità tecniche ed interpretative, come attestano i primi premi in vari concorsi internazionali. Nel 1989 a Praga le è assegnato il premio "Il migliore dell'anno per la <b>musica </b>classica" per "il naturale talento, la grande personalità, la magistralità del fraseggio e la maturità espressiva". Il New York Times la definisce "un'artista di altissimo livello" in occasione del suo debutto al Lincoln Center di New York nel 1996. Fin da giovanissima età, Cristiana si esibisce sia come solista, sia con orchestra, per alcune delle più importanti associazioni e sale da concerto in Europa, Stati Uniti, Sudamerica, Medio Oriente, Asia e Australia.</p>
<p> </p>
<p>Con le sue tournée nei paesi del Golfo è la prima pianista italiana a tenere concerti di musica classica in Bahrain, nello Yemen e in Oman. Suona a New York alla presenza del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, del Presidente dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite e di Sua Altezza Reale la Granduchessa Maria Teresa del Lussemburgo. Nel 2008 si esibisce, unica rappresentante europea nell'ambito dello Spring Festival, nella Sala dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York. Nello stesso anno debutta al Musikverein di Vienna e alla <b>sedicesima</b> edizione di Umbria Jazz Winter con due concerti che registrano il tutto esaurito. Le sue registrazioni televisive e radiofoniche includono RAI, Mediaset, Radio Vaticana, Discoteca di Stato, BBC (Scozia), ARD (Germania), RTP (Portogallo), WQXR New York (USA), Nine Network (Australia) e CBC (Giappone). Annovera partecipazioni alle trasmissioni televisive di RAI 1 “Porta a Porta” di Bruno Vespa e “Sottovoce” con Gigi Marzullo, e di Rete 4 “Vivere Meglio” con Fabrizio Trecca.</p>
<p> </p>
<p>La sua ampia discografia, che ad oggi conta 22 CD incisi per Decision Products, Nuova Era, Dynamic e Diva, comprende 3 album con le sue composizioni originali: “A Musical Journey”, “Ithaka” e “La mia Umbria”, le sue numerose interpretazioni di compositori classici, nonché la rivisitazione dei più bei tanghi di Astor Piazzolla - dei quali la stessa Pegoraro redige le trascrizioni per pianoforte - e della musica cubana di Ernesto Lecuona. Cristiana Pegoraro affianca da tempo la sua attività pianistica a quella di compositrice. Fra le sue composizioni, già utilizzate anche per film e <b>documentari</b>, va menzionata la colonna sonora per il video “Per chi suona la sirena” prodotto dall'Ufficio del Rappresentante Speciale delle Nazioni Unite per bambini e conflitti armati e presentato all'ONU l'11 Settembre 2004 in memoria delle vittime dell'attacco terroristico. E' spesso invitata a tenere masterclass alla Juilliard School di New York e in varie università e college degli Stati Uniti (Pennsylvania, New Jersey, Texas, Oklahoma, Arkansas, Washington, Oregon, South Dakota), oltre che in Italia, Portogallo, Kazakistan, Kuwait, Bahrain e Oman. È autrice del libro di poesie “Ithaka” e di una collana di favole per bambini tratte dalle opere liriche italiane.</p>
<p> </p>
<p>Da alcuni anni sostiene diverse organizzazioni mondiali tra le quali Unicef, Amnesty International, World Food Programme ed Emergency nelle loro campagne umanitarie. Nel 2005, in occasione del suo decimo concerto annuale al Lincoln Center di New York, le viene conferito dal Circolo Culturale Italiano delle Nazioni Unite il prestigioso riconoscimento “World Peace Award” per il suo particolare impegno nel promuovere la Pace nel mondo. Nel 2007 riceve insieme a Claudio Abbado il premio Sebetia-Ter, targa d'argento del Presidente della Repubblica, come <b>riconoscimento</b> per la sua attività di concertista e compositrice. E' Ambasciatrice del Diritto alla Musica e testimonial per la campagna di turismo dell'Umbria nel mondo. Attualmente è impegnata, prima artista donna italiana al mondo, nell'esecuzione integrale, in Italia, Germania e Austria, delle 32 Sonate per pianoforte di Beethoven. Si tratta di un progetto ambizioso e impegnativo in otto concerti, che prevede non solo l'esecuzione dei brani, raggruppati secondo criteri personali, ma anche la realizzazione di un rapporto col pubblico spiccatamente innovativo e stimolante.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*