CONI UMBRIA - UNA CAMPAGNA CONTRO IL FUMO

<p>(UJ.com) PERUGIA - Dopo gli interventi sul doping, l’obesità e l’alcol, con la nuova campagna “O fumi… o corri” si completa il progetto sui “Corretti stili di vita” che il Coni Umbria ha voluto dedicare a chi si <b>trova al bivio</b> tra iniziare uno sport o buttare “in fumo” la propria salute. In Italia (dati Istat) fuma il 22% della popolazione e la stessa percentuale di gente pratica uno sport, ma solo pochi sportivi fumano e pochi fumatori riescono a fare sport. </p>
<p> Quello del fumare è un comportamento a rischio che ci siamo quindi sentiti di valutare meglio e che, per quanto ci è possibile, tentiamo di correggere. Il Coni ha sempre avuto tra i compiti istituzionali quello di insegnare ai propri tesserati, ma non solo, un corretto stile di vita, anche per ridurre l’elevata percentuale dei giovani che abbandonano la pratica sportiva a seguito di drastiche modifiche dello stile di vita come possono essere in questo caso specifico quelle prodotte dall’uso delle sigarette.</p>
<p> </p>
<p>Per questo motivo il Coni Umbria ufficializzerà - nel corso di una conferenza stampa che avrà luogo venerdì 4 dicembre alle ore 11.00 presso la Sala Oliva di Fedefarma Umbria (via corcianese, Perugia) - l’avvio di una Campagna di sensibilizzazione, culturale ed informativa, che si propone di contrastare il fenomeno del fumo, e alla quale parteciperanno anche Stefano Rufini, professore dell’Università degli Studi di Perugia e curatore insieme a me della pubblicazione, e Augusto Luciani, presidente di Federfarma Umbria.</p>
<p>L’iniziativa, inoltre, verrà supportata sotto il profilo informativo dalla presenza e distribuzione in tutte le farmacie private dell’Umbria del manuale “O fumi… o corri” che fornisce tutta una serie di informazioni che mettono ben in evidenza i rischi connessi al fumo.</p>
<p> </p>
<p>Si invita, pertanto, la sua testata giornalistica a dare ampio risalto all’iniziativa per le importanti finalità che essa vuole promuovere. Il supporto alla Campagna può dunque rappresentare un’ulteriore conferma dell’importante ruolo e delle elevate potenzialità divulgative che hanno gli organi d’informazione.</p>
<p>Certi di una vostra presenza all’incontro e di una stretta collaborazione le porgo i più cordiali saluti.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*