CIRCOSCRIZIONI ELETTORALI: PD, CHIARIRE PROPOSTA MODIFICA

<p>
<title>HTML clipboard</title>
<p><img style="border: 1px solid black; float: right;" src="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/API/Risorse/StreamRisorsa.aspx?guid=ACE3868D-A82C-49D3-92BD-8A0A0850824D" border="0" />post <span style="color: #000000;"><b>C. Pappone</b></span> <a target="_blank" title="Scrivi a Cristina Pappone" href="mailto:%20papponecristina@gmail.com">@</a> (UJ.com) PERUGIA - Fare chiarezza sulla proposta di modifica delle circoscrizioni elettorali elaborata dalla Prefettura di Perugia, in seguito alla Legge 26 marzo 2010 n.42 ''Ridefinizione delle circoscrizioni dei collegi provinciali''. Lo chiedono, attraverso un'<b>interrogazione </b>parlamentare indirizzata al ministero degli Interni e depositata stamani, i senatori umbri del Pd Anna Rita Fioroni, Francesco Ferrante e Mauro Agostini.</p>
<p> </p>
<p>''La Provincia - ha spiegato Fioroni - ha espresso, nell'ambito delle proprie competenze e con voto unanime delle tre Commissioni consiliari, forti perplessita' in merito alla proposta di modifica avanzata dalla Prefettura, che penalizza la rappresentanza di <b>alcune </b>aree del territorio, senza tenere conto delle omogeneita' territoriali e delle comuni caratteristiche socio-economiche. La proposta prefettizia e' stata tuttavia inviata al Ministero degli Interni, senza tenere <b>minimamente </b>conto delle osservazioni sollevate dall'ente provinciale e senza effettuare i passaggi consultivi con l'ente stesso che la legge prevede''. Al Ministro Maroni, i Senatori umbri chiedono se non intenda intervenire, al fine di assicurare alla Provincia di Perugia giuste ed equilibrate rappresentanze.</p>
<p> </p>
<p>''E soprattutto - conclude Fioroni - se non ritenga opportuno data la <b>complessita'</b> e vastita' di questo territorio, prevedere deroghe ai criteri generali stabiliti dalla legge, che di fronte ad esigenze <b>forti </b>e motivate, condivise da tutti i livelli istituzionali locali, non possono che essere puramente indicativi''.</p>
</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*