CICLISMO - ZAMPEDRI CENTRA LA PRIMA VITTORIA A LIPPIANO NEL TROFEO TOSCO UMBRO

<p>post <b>L. Pioppi </b>UJcom2.0 <b><a title="Scrivi a Luana Pioppi" href="mailto:luanapioppi@alice.it" target="_blank"><span style="color: #006699;">@</span></a> </b>(UJ.com) LIPPIANO DI MONTE SANTA MARIA TIBERINA – Primo successo di stagione per l’elite di terzo anno Derik Zampedri del Team Trentino, che vince allo sprint in salita nel 25° Trofeo Tosco Umbro - 41° Trofeo Gabriele - 11° Memorial Fiordelli, gara per Elite Under 23 organizzata dall’Audax 93 a Lippiano e valida per il Trofeo “Cappello d’Oro”. Alle sue spalle il compagno di squadra Luca <b>Benedetti </b>e Silvio Satini della Monturano Civitanova Cascinare. Per la squadra diretta dall’ex professionista Mariano Piccoli questo è il quarto successo di stagione. Tutto si decide nell’ultima salita che porta a Lippiano, quando sui battistrada rientra il gruppo, al cui interno c’è anche Zampedri. La volata parte sull’ultimo tornante quando mancano circa 200 metri al traguardo. Il corridore di Viarago di Pergine Valsugana risponde all’attacco di alcuni avversari e si porta in testa, tagliando per primo la linea bianca con alcuni metri di vantaggio. «Dopo tanti piazzamenti – commenta sorridendo all’arrivo Zampedri – finalmente ho vinto. Devo ringraziare i miei compagni di squadra che hanno fatto un gran lavoro proteggendomi in corsa, visto che l’arrivo si addiceva alle mie caratteristiche». Alle premiazioni erano presenti Ivo Spapperi, figlio di Gabriele, e Anna Maria Giogli, vicesindaco di Monte Santa Maria Tiberina.<br /><br />La cronaca – Sono in 129 ad alzarsi sui pedali dal centro di Lippiano e a muovere ad andatura turistica fino a Monterchi, dove il sindaco di Monte Santa Maria Tiberina Romano Alunno e l’assessore allo Sport del Comune di Monterchi Roberta Zati danno il via ufficiale. Il ritmo è subito alto e a fare l’andatura sono gli uomini del Team Trentino. Al chilometro 5 si avvantaggia un drappello di<b> corridori</b>. Il gruppo in breve si avvicina ai battistrada, dai quali scatta e se ne va solitario Gabriele Pizzaballa della Palazzago, che scollina per primo al gpm di Anghiari (chilometro 10,5) con 24’’ di vantaggio. Al chilometro 17, in vista dell’ingresso in Sansepolcro, il gruppo riprende il battistrada. Dentro Sansepolcro in testa si portano Domenico Losani del Team Scap Prefabbricati Foresi, Patrick Turrin del Team Trentino, Ivan Buttarazzi della Calzaturieri Montegranaro Marini Silvano, Andrea Zanetti e Marco Zamparella, entrambi del Gruppo Made, Giuseppe Guaglianone della Ciclistica Malmantile, Fabrizio Di Lizio e Silvio Satini, tutti e due della Monturano Civitanova Cascinare e Franco Pizzingrilli del Team Palazzago. Su di loro rientrano prima Marco Stefani della Caparrini Village Vibert Italia e poi Andrea Concini del Team Trentino. Al chilometro 23 il gruppo chiude sui battistrada. All’ingresso in Cerbara evadono Patrick Turrin del Team Trentino e Federico Scotti della Ciclistica Malmantile. Poco dopo il gruppo torna compatto. Dentro Città di Castello, nonostante la copertura agli incroci operata dal personale addetto alla sicurezza, un’auto si immette a tutta velocità nel percorso da una strada laterale e colpisce il gruppo, prendendo in pieno il corridore F.P. La corsa viene momentaneamente sospesa mentre il ragazzo viene soccorso e trasportato all’ospedale, insieme a un altro atleta, A.M., anche lui coinvolto nell’incidente. <br /><br />Si torna a pedalare. Al chilometro 45 in testa alla corsa si va formando un folto drappello di oltre venti unità, che guadagna una ventina di secondi. Mentre il gruppo si avvicina ai battistrada sulla salita di Citerna, attorno al chilometro 51, Matteo D’Ambrosio della Monturano Civitanova Cascinare scatta dal drappello di testa e va via da solo. Intanto viene presa la decisione di togliere uno dei tre giri corti di 20 chilometri. D’Ambrosio continua nella sua azione solitaria: <b>attorno </b>al chilometro 57 viaggia con 25’’ di vantaggio su un folto gruppo di inseguitori e con un minuto sul plotone. Poco prima di Monterchi il gruppo torna compatto alle spalle di D’Ambrosio e comincia a guadagnare terreno. Iniziano i giri corti. Lungo la salita di Santa Lucia il plotone chiude sul battistrada. Lungo l’ascesa il gruppo si allunga e si sgrana. Nei chilometri successivi provano ad allungare una decina di unità. Su di loro rientrano via via altri corridori e in testa viaggiano ora oltre 50 corridori. Il gruppo torna poi compatto. Lungo l’ultima ripetizione dell’ascesa di Santa Lucia iniziano i tentativi di allungo in testa al gruppo. Sul gpm scollina per primo Henry Frusto del Team Scap Prefabbricati Foresi. Dietro di lui Francesco Manuel Bongiorno della Futura Team Matricardi, Fabio Virgili e Silvio Satini, entrambi della Monturano Civitanova Cascinare, e Moreno Julian David Arredondo del Team Scap Prefabbricati Foresi. Lungo la discesa si frazionano per poi riunirsi, portando via la fuga. Alle loro spalle insegue Marco Stefani della Caparrini Village Vibert Italia. Dietro di lui viaggia il gruppo. Tutta la corsa è in 18’’. Le carte si rimescolano e sui battistrada rientrano diversi corridori e infine, sulla salita che porta a Lippiano, il gruppo si ricompatta. Il resto è storia già raccontata. All’arrivo gli organizzatori danno notizie confortanti riguardo allo stato di salute dei due ragazzi portati all’ospedale. <br /><br /><b>Ordine d’arrivo: </b>1) Derik Zampedri (Gs Team Trentino) che percorre 107 km in 2h20’ alla media di 45,857 km/h, 2) Luca Benedetti (idem), 3) Silvio Satini (Monturano Civitanova Cascinare), 4) Manuel Francesco Bongiorno (Futura Team Matricardi), 5) Marco Gadici (Team Palazzago), 6) Henry Frusto (Team Scap Prefabbricati Foresi), 7) Anton Sintsov (Vejus Tmf R Novara), 8) Fabio Virgili (Monturano Civitanova Cascinare), 9) Marco Stefani (Caparrini Le Village Vibert Italia), 10) Moreno Julian Davide Arredondo (Team Scap Prefabbricati Foresi).</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*