CICLISMO - NEPA E ROCCHETTI VINCONO A SPELLO

<p>post <b>L. Pioppi </b>UJcom2.0 <b><a title="Scrivi a Luana Pioppi" href="mailto:luanapioppi@alice.it" target="_blank"><span style="color: #006699;">@</span></a> </b>(UJ.com) SPELLO – Seconda vittoria di stagione per Christian Nepa della Capodicasa nella gara degli esordienti di Primo anno, conquistata dopo 16 chilometri di fuga in solitaria. Nona affermazione del 2010 per Filippo Rocchetti della Free Photobike Team che si impone in<b> volata</b> tra i Secondo anno davanti a Simone Lauretti della Vigili del Fuoco e Jacopo Ciacci dell’Uc Petrignano. Tra le Donne vittoria per Federica Capponi della Potentia 1945 e per Katia Rinaldi della Smile Bike. Questi i verdetti del 1° Trofeo Festa Democratica Spello organizzata a Spello dall’Unione Ciclistica Foligno. Tanti gli ospiti presenti, tra cui gli assessori PD del Comune di Spello Enzo Fastellini, Omero Caroli e Moreno Landrini; il coordinatore del PD di Spello Flavio Righetti e il presidente del Comitato regionale umbro della Federciclismo Carlo Roscini.<br /> <br /> GARA PRIMO ANNO (36 chilometri) – Numerosi i tentativi di fuga. Il primo a opera di Ibrahim Allaoui dell’Alma Juventus Fano. Segue quello di Federico Casoni dell’Uc Foligno, sul quale si porta poi David Pecorari della Nestor Sea Marsciano. E poi quello di Tiziano Lanzano dell’Uc Foligno, Federico Lumia del Team Gf e Matteo Gizzi della Civitavecchiese e da Luca Milano della Molise Ricambi. È <b>quindi</b> la volta di Luca Martiri della Gubbio Ciclismo Mocaiana e Bruno Capodicasa della Capodicasa. Lo scatto decisivo al chilometro 20, quando parte Christian Nepa della Capodicasa. Al suo inseguimento si portano Francesco Zandri dell’Alma Juventus Fano, Antonio Candi de La Montagnola e Lumia che però non riescono nell’aggancio. Alle sue spalle sarà volata per il secondo posto, vinta da Bruno Capodicasa.<br /> <br /> Ordine d’arrivo maschile: 1) Christian Nepa (Capodicasa La Squadra), che percorre 36 chilometri 1.03.23 alla media di 34,078 km/h, 2) Bruno Capodicasa (idem), 3) Francesco Di Felice (Amici della Bici Junior), 4) Andrea Troiani (Capodicasa La Squadra), 5) Davide Casadei (Banca Popolare Emilia Romagna), 6) Michele Biondi (Gubbio Ciclismo Mocaiana), 7) Federico Lumia (Team GF), 8) <b>Luca </b>Milano (Molise Ricambi), 9) David Pecorari (Nestor Sea Marsciano), 10) Riccardo Gallasio (CC Cremonese 1891). <br /> Ordine d’arrivo femminile: 1) Federica Capponi (Gs Potentia 1945), 2) Giorgia Fratini (No-Ce Euro 90), 3) Elisa Macellari (Gs Potentia 1945), 4) Giulia Capoccia (Nestor Sea Marsciano), 5) Carmela Cipriani (Pedale Teate), 6) Alessia Fabbioni (Viner Factor Team), 7) Jenny Papetta (Ass. Ciclistica Recanati).<br /> GARA SECONDO ANNO (47,5 chilometri) – Al chilometro 10 va in fuga Andrea Tomassini dell’Alma Juventus Fano, alla cui ruota si porta Daniele Balani dell’Uc Petrignano. Al chilometro 34 Giacomo Frangipani della Polisportiva Albergo Del Tongo tenta l’azione con Fabio Capretta della Sant’Agostino, Matteo Strizzi della No-Ce Euro 90, poi raggiunti da Balani del Petrignano. Ripresi. Provano quindi Simone Lauretti Vigili del Fuoco, Mattia Settimi del Bovara Cycling Team e Lorenzo Calzola del Petrignano, raggiunti poi da Filippo Rocchetti della Free Photobike Team e dalla coppia dell’Alma Juventus Raffaele Radice e Andrea Tomassini. Ma la loro azione viene annullata dal gruppo, che si prepara per la volata vinta da Rocchetti.<br /> Ordine d’arrivo maschile: 1) Filippo Rocchetti (Free Photobike Team) che percorre chilometri 47,500 km in 1.10.00 alla media di 40,714 km/h, 2) Simone Lauretti (Vigili del Fuoco), 3) Jacopo Ciacci (Uc Petrignano), 4) Andrea Tomassini (Alma Juventus Fano), 5) Matteo Del Rosario (Pedale Teate), 6) Leonardo Evandri (Rapagnanese Cas Ciclistico), 7) Gianluca Montenero (Uc Foligno), 8) Andrea Degli Esposti (idem), 9) Raffaele Radice (Alma Juventus Fano), 10) Luca Gironelli (Gs Potentia 1945).<br /> Ordine d’arrivo femminile: 1) Katia Rinaldi (Smile Bike).</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*