CAMPUS FESTIVAL A SAN GENMINI DI TERNI SEI CONCERTI PER UN FESTIVAL GIOVANE E UN GRAN GALA CONCLUSIVO

<p>(UJ.com) SAN GEMINI (Terni) - Per dieci giorni, da venerdì 30 luglio a domenica 8 agosto, la cittadina umbra di San Gemini (TR), <b>affascinante</b> borgo medioevale impregnato di arte, storia e cultura, ospiterà il Campus delle Arti 2010: una possibilità, per tutti i giovani, di andare “In vacanza col tuo strumento”, come è il motto del Campus. Di studiare musica insieme, partecipare ai diversi corsi affidati a docenti, discutere, parlare e, in ultimo, fare musica insieme.</p>
<p> </p>
<p>Giunto alla sua sesta edizione, con la direzione artistica di Angela Chiofalo, il Campus – che fin dalla sua prima edizione si avvale della preziosa collaborazione della Fondazione IBM Italia – si suddivide anche per l’edizione 2010 in tre sezioni che ne hanno decretato il successo: quella scientifica con Musical-Brain 2010, una giornata di studi dedicata al rapporto tra musica e <b>neuroscienze</b> che è diventata l’originale specificità del Campus; quella musicale con Festival Campus con sei concerti; infine quella didattica In vacanza col tuo strumento, con corsi, masterclass e laboratori suddivisi in varie tipologie e offerte ai ragazzi di tutte le età.</p>
<p> </p>
<p>«Il Campus delle Arti di San Gemini – spiega il direttore artistico Angela Chiofalo – in pochi anni è diventato un vero e proprio Campus residenziale, frequentato da centinaia di giovani artisti provenienti da tutto il mondo al seguito di docenti e artisti dei Conservatori, delle accademie e orchestre italiane ed europee. Dal punto di vista dell’impatto sul territorio abbiamo calcolato un numero complessivo per il 2010 di circa 2.500 presenze. Presenze che hanno portato un turismo di qualità fortemente motivato e orientato culturalmente. Il Campus si rivolge semplicemente a chi ama l’arte e la musica.</p>
<p> </p>
<p>Dai più piccoli ai più grandi, dilettanti e professionisti, accomunati da una grande passione: la musica». L’incontro dedicato ai rapporti, ancora tutti da esplorare, tra la musica e la scienza, si svolgerà quest’anno nel corso dell’intera giornata di sabato 7 agosto. Porta il titolo di MUSICAL-BRAIN-2010 e si avvale della direzione scientifica e musicale del neurologo Mario Cacciavillani e della pianista Angela Chiofalo e della collaborazione del critico musicale Guido Barbieri, che dirigerà <b>scienziati</b> e musicisti in un’originale Sinapsi Musicali: a partire dalle ore 15, presso il Centro Multimediale Santa Maria Maddalena, si alternano importanti nomi della neuropsichiatria, neuropsicologia, di neuroscienze, psichiatria e medicina delle arti per approfondire i meccanismi neurofisiologici e biochimici che stanno alla base della composizione, improvvisazione ed esecuzione musicale.</p>
<p> </p>
<p>Dopo una introduzione generale di Mario Cacciavillani e Angela Chiofalo, interverranno la neuropsichiatra infantile Daria Riva, gli psichiatri Massimo Piccirilli e Sandro Elisei, il neuroscienziato Pietro Pietrini e il medico delle arti Cristina Franchini. Al dibattito partecipano anche alcuni artisti e insegnanti presenti al Campus, che si uniranno al termine della giornata per una cadenza finale a <b>sorpresa</b> con un Gran Galà rossiniano, in cui verranno eseguite musiche del grande Pesarese. La giornata di scienza e musica si concluderà con un tocco di approfondimento gastronomico, un’arte da sempre legata al mondo della musica e in onore di Rossini: a cena saranno sperimentate le ricette del grande musicista, notoriamente apprezzato cuoco e gourmet.</p>
<p> </p>
<p>Il Campus 2010, abbracciando il principio pedagogico che vede uniti il momento della Formazione a quello della Produzione, affida poi il palcoscenico ai giovani talenti che si sono distinti in questi anni e che stanno intraprendendo la loro vita di musicisti professionisti. E’ questa l’altra sezione, denominata CAMPUS FESTIVAL. Cinque saranno i concerti che accolgo diversi strumenti protagonisti e formazioni – ai quali si aggiunge il Gran Galà rossiniano – per permettere ai migliori studenti di esibirsi alternandosi ai propri maestri, secondo la filosofia propria del Campus di “imparare a bottega”.</p>
<p> </p>
<p>Tutti i concerti sono programmati alle ore 19 presso il Tempio di San Giovanni. Lunedì 2 agosto Leonardo de Angelis presenta un Itinerario Chitarra con l’Ensemble di chitarre, un’ampia esplorazione dell’universo delle sei corde attraverso cinque secoli, dalle suggestioni della musica antica ai <b>serrati</b> ritmi della contemporaneità latino-americana. Mercoledì 4 agosto la pianista Sara De Ascaniis dedica il suo concerto a Chopin e Listz. Giovedì 5 agosto è la volta dei clarinetti con The Sixty Fingers, gruppo da camera di recente formazione che presenta un programma eclettico, che spazia nei generi e nei secoli, da Gershwin ai Beatles, da Joplin a Mozart, e poi ancora Mores, Mancini, Brahms, de Abreu.</p>
<p> </p>
<p>Venerdì 6 agosto ancora il pianoforte con Irene Veneziano, finalista del Concorso “Chopin” di Varsavia, con un programma tutto chopiniano. Come già detto, straordinario il concerto Chez Rossini di sabato 7 agosto alle ore 20, anch’esso al Tempio di San Giovanni a conclusione del convegno MUSICAL-BRAIN-2010. In programma musiche rossiniane o a lui ispirate, accompagnate da una cena dove verranno sperimentate le ricette del musicista, noto cuoco e appassionato <b>gourmet</b>. Domenica 8 agosto i concerti del Campus terminano con i ragazzi che, appositamente selezionati, daranno vita ai Solisti &amp; Ensemble Strumentale del Campus: eseguiranno le classiche Quattro Stagioni di Vivaldi.</p>
<p> </p>
<p>Di pari passo, per la terza parte riservata alla didattica, si svolgeranno dal 30 luglio all’8 agosto i CORSI, MASTERCLASS e LABORATORI DI STRUMENTO E DIREZIONE D’ORCHESTRA, da cui vengono poi selezionati i migliori allievi per l’orchestra del Campus che suona all’interno dei concerti del Festival. Sono venti gli insegnanti, fra docenti di Accademie e Conservatori e prime parti d’orchestre, chiamati quest’anno a offrire i loro corsi ai giovani e giovanissimi partecipanti del Campus <b>provenienti</b> da tutta Europa: violino, viola, violoncello, pianoforte, clarinetto, chitarra, musica da camera e duo pianistico, un laboratorio corale e di solfeggio e uno d’orchestra.</p>
<p> </p>
<p>A questi si aggiungono, per la prima volta al Campus, una serie di Incontri di Composizione con Silvia Colasanti, un laboratorio di Improvvisazione e Scrittura Musicale Creativa affidato a Fabrizio De Rossi Re e uno di Movimento Corporeo e Danza Creativa a cura di Susanna Odevaine. Obiettivo del corso di De Rossi Re è quello di sviluppare le capacità di composizione attraverso una presa di <b>coscienza</b> delle proprie potenzialità creative. Il corso si concluderà con la realizzazione della colonna sonora di un breve film muto da eseguirsi dal vivo, nell’ambito del Campus Festival.</p>
<p> </p>
<p>Susanna Odevaine, invece, articolerà il suo corso su tre fondamentali aspetti della danza: eseguire, improvvisare, comporre. Obiettivo è quello di valorizzare l’organizzazione organica e naturale dei bambini in rapporto allo spazio e al ritmo, potenziando così la creatività di ognuno. L’interesse suscitato dal Campus, le sue potenzialità pedagogiche, artistiche e scientifiche, hanno creato una vera e propria rete di appassionati e sostenitori che, affiancandosi all’aiuto economico offerto da IBM Italia, ha portato nel 2009 alla creazione, per iniziativa di un gruppo di <b>professionisti</b> e appassionati del progetto, dell’Associazione Amici del Campus, che verrà presentata ufficialmente al pubblico il 18 giugno a Roma presso la Città del Gusto. L’Associazione si propone di cercare le risorse necessarie per la realizzazione delle attività e per dare un sostegno economico agli studenti meno agiati.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*