CALCIO - SQUALIFICATO, CHIEDE PROVA TV ANCHE TRA DILETTANTI PRODURRA' DVD A DISCIPLINARE ECCELLENZA

<p>(UJ.com) PERUGIA - Chiede l'applicazione della prova tv anche tra i dilettanti, per i quali non e' finora prevista dal regolamento, il centrocampista del Citta' di Castello Giampaolo Giuliacci, 21 anni, espulso due settimane fa al 22' della ripresa della partita dell'eccellenza umbra con il Bastia e poi squalificato per tre mesi a causa delle <b>proteste </b>nei confronti dell'arbitro. Il giovane si e' rivolto all'avvocato Andrea Galli, esperto in diritto sportivo, gia' consulente di diverse societa' professionistiche, al quale e' stato affidato il ricorso alla commissione disciplinare che si riunira' a giorni. Il legale si avvarra' di testimonianze scritte ma produrra' per la prima volta un dvd. Le immagini - secondo l'avvocato Galli - dimostrerebbero come l'entita' della squalifica sia esagerata in rapporto alla protesta verso l'arbitro fatta dal calciatore. ''Mi auguro davvero - ha detto il legale - che la commissione prenda in esame il filmato, visto che la tecnologia ormai fa parte anche del mondo calcistico dei dilettanti. E' discriminatorio il fatto che il mezzo televisivo possa valere tra i professionisti e non a questo livello''.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*