BASKET DONNE B ECC. - GUALDO TADINO KO

<p>(UJcom) MONTECATINI – Sconfitta di misura per la <b>SiRi Store Gualdo Tadino</b> che sul campo del Montecatini ha perso con il punteggio di 53-51. L’incontro, disputato ieri pomeriggio, era valido per la settima ed ultima giornata del girone di andata del campionato nazionale di basket femminile di B d’Eccellenza, girone C1.<br />Il risultato finale non rispecchia l’andamento della partita che ha visto sempre le ragazze di Susanna Galli avanti contro le avversarie. Già dal primo periodo le umbre hanno condotto prendendo subito le distanze di nove punti. Nei successivi le padrone di casa hanno cercato il recupero ma il Gualdo ha saputo tenere in mano il match. Tutto si è deciso durante gli ultimi 5’ di gioco quando ha prevalso l’aggressività delle ragazze del Montecatini.<br /><br />“Abbiamo giocato molto bene fino al 35esimo minuto – commenta a caldo il dirigente della SiRi, <b>Roberto Morroni</b> –, poi non abbiamo più fatto canestro. Gli ultimi 5 minuti eravamo avanti di 8 punti, 51-43, poi non siamo più riusciti a segnare. Ha prevalso il loro gioco, la loro difesa aggressiva. Non avevano niente da perdere e hanno giocato il tutto per tutto. Il risultato c’è stato a 18 secondi dalla fine quanto hanno preso in mano la palla e Mortotti ha messo a canestro una bomba da tre punti. Nonostante la sconfitta – termina Morroni – la squadra ha giocato bene”.<br />Domenica prossima le ragazze di Susanna Galli dovranno riaffrontare il Valdarno, squadra di metà classifica. All’andata si era imposto il Gualdo Tadino con il punteggio di 53-51.<br /><br /><b>MONTECATINI – GUALDO TADINO 53-51 (7-16, 30-31, 39-46)</b><br />MONTECATINI: Tofanelli 6, Leone, Cotalini 12, Agostini 5, Vannucci 7, Carlesi 10, Bruni, Capoccia, Morlotti 13, Mariotti. All: Fiorani.<br />GUALDO TADINO: Scassellati, Matarazzi 5, Marinelli 6, Morroni 2, Merli 3, Baldelli F. 6, Ridolfi 4, Baldelli V. 16, Mezzadri 9, Vecchiarelli. All.: Galli. Vice: Panzini. <br />ARBITRI: Bettarini di Castelfiorentino e Rossetti di Pisa.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*