BASKET A - UMBERTIDE, IL PUNTO CON SERVENTI

<p>(UJcom) UMBERTIDE – Quattro punti in sei partite di campionato. Dopo la vittoria conseguita contro Priolo domenica scorsa (la seconda della stagione), la Liomatic Umbertide guarda avanti. Coach <b>Lorenzo Serventi</b> è già al lavoro per preparare la prossima partita contro Venezia. Nessun pronostico, nessun ottimismo. Le sue ragazze hanno giocato bene domenica ma la strada è ancora lunga, come lo è la salvezza, obiettivo della società umbra. Non ci saranno periodi più facili, la parola d’ordine è massimo impegno. <br /><br />“In un campionato a 12 squadre – afferma l’allenatore della Liomatic Umbertide – come questo è difficile fare un pronostico. Si tratta di disputare 22 gare di fuoco che ci portano a doverci impegnare al <b>massimo</b> contro tutte. Dobbiamo vivere giorno dopo giorno, prepararci partita per partita”.<br />Contro Priolo che tipo di gara è stata?<br /><br />“Si è trattato – risponde Serventi – di una partita molto tattica, specialmente contro una squadra che ha come punti di forza proprio la tattica ed una difesa mista. Siamo stati bravi a tenere Priolo basso nei punti giocando bene i primi due quarti, arenandoci un po’ nel terzo ma riprendendoci nell’ultimo periodo. E’ stato un percorso quasi previsto. Era normale che Priolo cercasse di <b>tornare in partita</b> facendoci perdere qualche pallone di troppo e, nello stesso tempo, approfittando del calo che abbiamo avuto dopo aver speso molto in difesa nella prima parte dell’incontro. Ma alla fine siamo stati bravi a riprendere in mano il gioco difendendo meglio e realizzando qualche canestro in più. Nel corso della partita siamo riusciti a rompere tatticamente i loro attacchi facendogli diminuire la media dei punti delle giocatrici più esperte. Quella che ci ha messo un po’ più in difficoltà è stata Bonfiglio”.<br /><br />E’ arrivata la seconda vittoria della stagione, si può parlare di una svolta della squadra?<br />“In un campionato a 12 formazioni svolte non esistono, soprattutto con una giovane come la nostra, dove l’età media è di<b> 20 anni</b>. Ogni partita va interpretata sempre giocandola nel migliore dei modi. Dobbiamo lavorare giorno per giorno per cercare di costruirla”.<br />Che ne pensa del vostro prossimo avversario?<br />“Venezia è una squadra che ha speso 7 volte noi. Ha sei nazionali e 4 americane. Andiamo a Venezia sapendo che è una formazione costruita per lo scudetto. Speriamo di interpretare la partita nella giusta maniera”.<br /><br />Pensa che le squadre più temibili del campionato le abbiate già affrontate in questa prima fase?<br />“Dopo Venezia affronteremo Livorno che potrebbe essere una partita più abbordabile ma non è detto. <b>Domenica </b>hanno perso solo per un punto contro Parma, mentre noi per sette. Faccio fatica ad andare al di là della partita settimanale. Nel corso del campionato le squadre si rinforzano – termina Serventi – e gli equilibri possono cambiare”.<br />Domenica prossima, per la settima giornata del massimo campionato di basket femminile, la Liomatic, nona in classifica con 4 punti, sarà impegnata sul campo dell’Umana Venezia Mestre, quinta con 8.<br /> </p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*