Basket A, Stibel su post Venezia

UMBERTIDE - Una Liomatic Umbertide bella e determinata cede solo nel finale all'Umana Reyer  Venezia nell'incontro valevole per la quarta giornata del  girone di andata.  Le ragazze di coach Serventi  sono state praticamente sempre in partita, partendo addirittura con un perentorio 0-7 in avvio, peraltro subito annullato da un contro break di 15-0 dalla Reyer,  e chiudendo il primo tempo sotto di appena due lunghezze(28-30).  Nella terza  frazione regnava l'equilibrio (41-44), poi sul finire del quarto periodo la squadra veneta accumulava quei  7-8 punti di margine che le hanno permesso di  portare a casa l'incontro, non senza qualche patema d'animo conclusivo (61-55 al termine).  Da segnalare per la formazione del  presidente Betti,  nella quale ha debuttato una combattiva  Amanda Brown, la prestazione super di  Doneeka Hodges (25 p.ti) che ha confermato le sue note doti di realizzatrice ed  una solidità difensiva che ha concesso alle venete solamente 61 p.ti  fra le mura amiche. La Liomatic ha pagato in definitiva le bassissime percentuali dalla media distanza (14/48 da 2), in un contesto di partita comunque molto tirata e combattuta,  dimostrando di essere  la squadra che Serventi  andava costruendo dal lontano 18 agosto. Su questo aspetto si basa anche il commento di  Giuliano Stibiel, vice insieme ad  Alessandro Contu, del coach reggiano: -“Questa è la chiara dimostrazione  -comincia Stibiel-  che il lavoro prima o poi paga sempre. La squadra ha lottato ed  è stata in partita fino a 2-3 minuti dal termine dimostrando solidità e temperamento uniti ad una chiara crescita a livello mentale, che permette alla ragazze di essere sempre più consapevoli  dei  propri mezzi;  tenere la Reyer  a  61 p.ti  in casa  è certamente una prova di maturità e grossa applicazione difensiva. Siamo consapevoli  -continua Stibiel- che specie nelle ultime due partite le ragazze sono state veramente all’altezza della situazione, pur con il rammarico di non aver raccolto nulla quando almeno 2 p.ti , e mi riferisco a quelli con la Lavezzini,  erano ormai  a portata di mano. Se continueremo a lavorare con questo impegno e questa serietà  sono comunque convinto che insieme ai  complimenti arriveranno presto anche le vittorie, a partire magari dalla gara di domenica prossima quando ci faranno visita le lombarde del Geas. La formazione del compianto presidente Carzaniga  -sottolinea Stibiel-  è un’ottima formazione con alcune individualità di spicco ma, e questo tengo a sottolinearlo, dopo un mese di campionato posso affermare che anche noi siamo una buona squadra, abbiamo costruito una bella realtà”.<br />-Ora la Liomatic è attesa da due partite interne consecutive, certamente insidiose, ma crocevia importante per il suo campionato;  cosa vi aspettate da queste sfide?<br />-“Noi dobbiamo continuare a crescere, lavorando dove siamo più carenti e cercando di inserire al meglio l’ultima arrivata Amanda Brown, che ha sostenuto solamente tre allenamenti con le nuove compagne. Certo abbiamo bisogno anche di muovere la classifica  -sorride Stibiel-  ma il nostro è  un  progetto a lungo termine con un  gruppo  giovane, che ha voglia di applicarsi avendo  ampi margini di miglioramento; questo incentiva  il nostro lavoro e mi dà la convinzione che l’obiettivo prefissato ad inizio anno non ci sfuggirà”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*