ATER: “L’AZIENDA UNICA SERVE SOLO PER SPENDERE DI PIU’" MARIA ROSI (PDL)

<p>post <b>C.Pappone</b> <a target="_blank" title="scrivi a Cristina Pappone" href="mailto: papponecristina@gmail.com">@</a> (UJ.com) PERUGIA - “Con la riforma dell’Ater non si è intervenuti a fondo, come necessario, per la riduzione del costo della politica perché le Ater andavano completamente abolite e le loro <b>competenze passare</b> direttamente ai Comuni”. Così Maria Rosi (Pdl), in merito alla riforma delle Aziende territoriali per l’edilizia residenziale pubblica, approvata ieri nella seduta del Consiglio regionale.</p>
<p> </p>
<p>“La riduzione – spiega Rosi– serve solo a spendere di più, in quanto bisogna pagare due direttori a fronte di un direttore <b>generale-amministratore</b>, previsto in precedenza: di solito nei supermercati c’è l’offerta ‘prendi due, paghi uno’, invece, in questo caso, accade il contrario. La discussione di ieri – conclude - ha messo in evidenza che la Regione Umbria non ha la reale volontà di intervenire in maniera seria ed efficace sui tagli ai costi della politica”.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*