ASSOCIAZIONE CULTURA E SPORT - RIUNIONE AREA CENTRO DELL'AICS A PERUGIA

<p>(UJ.com) PERUGIA - Discussione dei programmi nazionali dell’Associazione e confronto con gli organi territoriali. Questi gli obiettivi primari dell’incontro, che si è tenuto nello scorso week end a Perugia presso il Park Hotel di Ponte San Giovanni, organizzato dall’Aics (Associazione Italiana Cultura e Sport). La riunione <b>dell’Area Centro</b>, con gli interventi di tutti i presidenti regionali e provinciali dell’Aics, è stata molto importante per le sei regioni presenti: Umbria, naturalmente, e poi Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo, Sardegna.</p>
<p>In qualità di organizzatore dell’evento il comitato regionale umbro dell’Aics, con in prima fila il presidente Sonia Gavini, anche consigliere nazionale della stessa Associazione, entrambi ruoli che ricopre da dieci anni, nonché vicepresidente del Coni Umbria. Sono intervenuti anche i vertici dell’Associazione con il presidente nazionale Aics Bruno Molea. “Con questo tipo di operazione che abbiamo cominciato a mettere in campo tre anni fa – ha detto Molea – vogliamo raccogliere impressioni e suggerimenti da parte della base dell’Aics per cercare di mettere in campo strategie condivise”.</p>
<p>Grazie alla sua larga e radicata presenza su tutto il territorio nazionale (20 comitati regionali e 98 provinciali, interprovinciali e zonali ai quali possono affiliarsi sia singoli cittadini che associazioni, centri culturali e società sportive) l’Aics, riconosciuta dal Coni quale ente nazionale di promozione sportiva, si è sempre occupata fin dalla sua fondazione di sport e promozione sociale.</p>
<p>“L’appuntamento perugino, rientrato all’interno negli incontri territoriali organizzati periodicamente dall’Associazione per aggiornarsi e discutere di varie problematiche, si è confermato – ha affermato la Gavini – molto utile per la nostra regione, ma anche per le altre realtà presenti. Si sono affrontati, oltre che questioni meramente associative, anche aspetti programmatici, con i nostri obiettivi associativi che rimangono sempre quelli della promozione di stili di vita per la salute, della difesa dell’ambiente, della tutela del patrimonio storico e culturale, della diffusione di un’etica di solidarietà e di sport per tutti”.</p>
<p>Durante l’incontro-seminario si è parlato delle novità introdotte dal modello per la comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati rilevanti ai fini fiscali da parte degli enti associativi, delle modalità di tesseramento online, delle rinnovate tipologie assicurative, oltre che del nuovo iter sperimentale di iscrizione per le società affiliate all’Aics al Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche del Coni.</p>
<p>Quest’ultimo progetto, come è stato spiegato, è molto utile perché prevede il recupero di tutte le informazioni necessarie all’iscrizione direttamente dagli archivi informatici dell’Aics, mediante web services e in tempo reale all’atto di affiliazione o riaffiliazione. Le affiliate Aics non dovranno più presentare ai Comitati territoriali del Coni le dichiarazioni sostitutive per la convalida, perché il programma di gestione delle iscrizioni provvederà in automatico ai controlli di congruità.</p>
<p>Presente all’incontro anche il presidente del Coni Umbria Valentino Conti, il quale non è voluto mancare all’importante appuntamento a dimostrazione della vicinanza del Comitato Olimpico regionale all’ente di promozione sportiva. Inoltre, al Park Hotel, è intervenuto anche il presidente del Coni Provinciale Domenico Ignozza.</p>
<p>L’Aics è rappresentato nel Coni con in totale 69 eletti nei vari consigli e giunte dei Comitati regionali. Una presenza voluta soprattutto grazie alla linea dettata dalla presidenza nazionale di Giovanni Petrucci.</p>
<p>Ed il Coni Umbria, sempre capofila quando si tratta di far dialogare le federazioni, le discipline associate e gli enti di promozione sportiva per un rilancio a 360 gradi dello sport regionale, conferma questa vicinanza con la scelta di affidare per il nuovo quadriennio olimpico 2009-2012 la vicepresidenza del Coni Umbria – insieme al vicepresidente vicario Carlo Roscini, presidente regionale della Federazione Ciclistica – al presidente dell’Aics regionale Sonia Gavini, presente in Giunta proprio in qualità di rappresentante degli Enti di Promozione Sportiva della regione, un grande movimento che coinvolge in Umbria tanti cittadini.</p>
<p>Il presidente Conti, quindi, è intervenuto all’incontro rinnovando l’appoggio ad un’Associazione che molto sta facendo per sviluppare lo sport: “Abbiamo molta considerazione del lavoro fatto dall’Aics a livello nazionale e soprattutto nel nostro territorio, perché intendiamo l’attività sportiva nella stessa maniera, ovvero non solo con l’obiettivo di ottenere medaglie e il più alto risultato agonistico possibile, ma anche impegnandoci in vari fronti perché lo sport per noi è solidarietà, cultura, ambiente, turismo e formazione”.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*