ASSESSORE ROMETTI: REGIONE S’IMPEGNA A PROSEGUIRE IL SERVIZIO PER PENDOLARI

<p>post <b>M. Zingales</b> UJcom2.0 <a target="_blank" title="Scrivi a Morena Zingales" href="mailto:morenazingales@gmail.com"><b>@</b></a> (UJ.com) PERUGIA - “La Regione Umbria si impegna a reperire più risorse per garantire la prosecuzione del servizio ‘Carta Tutto Treno Umbria’, particolarmente utile e apprezzato dai pendolari umbri”. È quanto sottolinea l’assessore regionale ai Trasporti, Silvano Rometti, rendendo noto di aver chiesto a Trenitalia di proseguire nella vendita della “Carta”, nel rispetto dell’accordo sottoscritto il 1 febbraio scorso e valido per il 2010, “nonostante sia già stato superato il budget preventivato di 200mila euro”. “La ‘Carta Tutto Treno’ –ricorda Rometti – è stata introdotta dal 2009 per favorire gli abbonati che viaggiano sui treni <b>regionali</b>, costretti a spostamenti quotidiani per lavoro o studio, dando loro la possibilità di utilizzare Eurostar ed Intercity, in modo da poter contare su un’offerta di servizi più ampia e ridurre disagi e tempi di percorrenza”.</p>
<p> </p>
<p>“Un servizio che, per l’anno in corso, la Giunta regionale – rileva l’assessore - ha stabilito di attivare solo per i residenti in Umbria e di estendere alla rete dell’Alta Velocità, accogliendo le richieste dei comitati dei pendolari. I viaggiatori con abbonamento mensile, semestrale o annuale per i treni <b>regionali</b> acquistando la ‘Carta’ usufruiscono di un servizio di livello superiore a un costo inferiore a quello richiesto da Trenitalia. È la Regione a corrispondere la differenza, con l’obiettivo di agevolare una categoria disagiata di viaggiatori”. “Le richieste da parte degli abbonati – prosegue Rometti – sono state superiori al previsto, in particolare nell’ultimo periodo del 2009 e a gennaio 2010, a conferma dei vantaggi che consente la ‘Carta’.</p>
<p> </p>
<p>Per il 2009, infatti, l’onere finanziario della Regione è risultato di circa 380mila euro, con un incremento di 80mila rispetto a quanto indicato nell’accordo, e al 30 giugno scorso sfiorava già il tetto di 200mila euro che in questo mese, in cui possono essere rinnovate le ‘Carte’ semestrali scadute, verrà dunque superato. La Giunta regionale ha deciso, comunque, di non interrompere il servizio, importante per i pendolari umbri, considerando anche il buon risultato riscontrato, <b>impegnandosi</b> a garantire la copertura finanziaria”. “Per questo – conclude Rometti - abbiamo chiesto a Trenitalia di continuare a vendere la ‘Carta Tutto Treno Umbria’, proseguendo anche nel monitoraggio e nella rendicontazione mensile dei costi a carico della Regione. Pur in una situazione drammatica a seguito dei tagli imposti dal Governo, in particolare nei trasporti ferroviari, la Giunta regionale concede di mantenere tale servizio così apprezzato dagli utenti umbri”.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*