ASSEMBLEA COLDIRETTI TERNI:PRESENTI IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA POLLI E L’ASSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO ROSATI

<p>post <b>M. Zingales</b> UJcom2.0 <a target="_blank" title="Scrivi a Morena Zingales" href="mailto:morenazingales@gmail.com"><b>@</b></a> (UJ.com) PERUGIA - Analizzare lo stato e le prospettive dell’agricoltura ternana, insieme alle politiche messe in campo dalla Coldiretti, per far fronte al difficile momento <b>economico</b> attuale. Questi alcuni dei temi affrontati ieri sera, nel concorso dell’Assemblea provinciale della Coldiretti Terni, alla quale hanno partecipato il Presidente della Provincia Feliciano Polli e l’Assessore allo sviluppo economico Domenico Rosati.</p>
<p> </p>
<p>Il presidente Coldiretti Terni Massimo Manni, dopo aver ricordato lo stato di sofferenza dell’agricoltura del territorio, investita anch’essa dai riflessi della crisi globale, ha sottolineato come lo scarso potere <b>contrattuale </b>della componente agricola all’interno della filiera agroalimentare, amplifichi le difficoltà, con il persistere di un’ampia forbice tra prezzi all’origine e al consumo. Occorre restituire valore aggiunto al serio lavoro che le imprese agricole stanno portando avanti nel territorio - ha affermato Manni.</p>
<p> </p>
<p>Il presidente della Coldiretti Terni ha quindi tenuto a sottolineare l’impegno della Coldiretti provinciale all’interno del progetto economico per una “Filiera agricola tutta italiana”, che ha come obiettivo di sostenere il reddito degli agricoltori eliminando le distorsioni e tagliando le intermediazioni con l’offerta attraverso la rete di consorzi agrari, cooperative, farmers market, agriturismi e <b>imprese</b> agricole, di prodotti alimentari al cento per cento italiani firmati dagli agricoltori, al giusto prezzo. Più in generale tra le politiche Coldiretti - ha ribadito Manni - spiccano quelle della valorizzazione delle vendita diretta, dei prodotti a “Km Zero”, delle energie rinnovabili, dell’etichettatura di origine obbligatoria per tutti gli alimenti.</p>
<p> </p>
<p>Tra i temi al centro dell’Assemblea non poteva mancare quello della lotta della Coldiretti contro il falso made in Italy, che ha coinvolto anche tanti agricoltori ternani nella recente Mobilitazione dell’organizzazione agricola, con “presidi” presso frontiere e porti italiani, dove entrano legalmente, prodotti agricoli destinati quanto meno, a “confondere” i consumatori, poiché finiscono in tavola senza alcuna informazione.  Il presidente della Provincia Polli, ha testimoniato la <b>solidarietà</b> dell’Ente verso la Mobilitazione della Coldiretti in difesa del vero made in Italy, prospettando tra l’altro, una positiva collaborazione con il mondo agricolo anche in chiave turistica e ambientale. Infine, anche l’assessore provinciale allo sviluppo economico Rosati, ha ribadito l’importanza del comparto agricolo per l’intera economia del territorio.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*