Arriva Sognando al Museo!

(UJ.com) GUALDO TADINO - Sabato 15 novembre il Museo Regionale dell’Emigrazione “Pietro Conti” ospiterà la manifestazione Sognando al Museo, iniziativa promossa dalla Fondazione POST in collaborazione con la Regione Umbria, alla sua seconda edizione. Grazie a questa rivoluzionaria idea, arriva anche a Gualdo Tadino un innovativo modo di usufruire della struttura museale, una maniera ludica di <b>studiare</b> la storia e farsi coinvolgere dalle rare e commoventi immagini di traversate transoceaniche, monitor che emergono da vecchie valige di cartone e antichi bauli, campane del suono che raccontano preziose testimonianze di viaggi ardui e perigliosi a bordo di lenti e stracolmi bastimenti.<br /> <br /> Un viaggio nella storia dell’emigrazione italiana all’estero che si svolgerà in una nottata intensa e divertente. Il progetto sembra ispirarsi al film “Una notte al museo” di Shawn Levy (2006) in cui Larry Daley, disoccupato e divorziato, rischia di perdere la custodia congiunta del figlio se non trova un lavoro. <b>Accetta</b> quindi di fare il guardiano notturno al New York Museum of Natural History. Quello che non sa, ma che ben presto scoprirà, è che nel museo di notte animali e statue si animano creando un grande caos. “Tranquilli bambini” - ci rassicurano dallo staff del Museo – “al Museo dell’Emigrazione nessun fantasma, solo tante emozioni e divertimento!<br /> <br /> Una notte in cui sarà come vivere in una favola nell’Italia del primo Novecento”. Sognando al Museo offre la possibilità a tutti i bambini, di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, di visitare di notte il Museo Regionale dell'Emigrazione di Gualdo Tadino accompagnati da uno stralunato emigrante, in compagnia della sveglia <b>sorellina</b>, alla scoperta di emozionanti ed avvincenti racconti, interessanti curiosità sul lavoro nelle miniere e sui mezzi di trasporto utilizzati per dirigersi verso paesi lontani. A seguire un’attività laboratoriale in cui i bambini creeranno veri prototipi legati alla tematica da riportare a casa.<br /> <br /> Infine, l'avventura non finisce qui, i bambini potranno dormire, con il proprio sacco a pelo, tra le valige, i documenti e le fotografie del museo per rielaborare ed interiorizzare nel sonno le emozioni vissute, forti di quella magica atmosfera notturna che rafforzerà ulteriormente il legame con le proprie radici storiche. L'appuntamento è al Museo Regionale dell'Emigrazione di Gualdo Tadino sabato 15 novembre alle ore 21:00. I genitori torneranno a prendere i <b>bambini</b>, domenica 16 novembre dalle 8:30 alle 9:00, dopo la colazione. L’organizzazione provvederà all’accoglienza, all'animazione, ai gadget, agli elaborati, alla colazione, ad un cd con le foto ricordo ed un cartoncino personalizzato per una foto a scelta. Per le iscrizioni, i dettagli e i costi dell'iniziativa telefonare alla segreteria del Museo Regionale dell'Emigrazione al numero 075-9142445 o al POST al numero 075-573.65.01/08 o visita il sito www.perugiapost.it.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*