67° ANNIVERSARIO DEL BOMBARDAMENTO AEREO SULLA CITTA' DI FOLIGNO

<p><a target="_blank" title="Scrivi a Cristina Pappone" href="mailto: papponecristina@gmail.com"><img style="border: 1px solid black; float: right;" src="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/API/Risorse/StreamRisorsa.aspx?guid=ACE3868D-A82C-49D3-92BD-8A0A0850824D" border="0" /></a>(UJ.com) FOLIGNO - Lunedì 22 novembre, l’Amministrazione comunale ricorderà il 22 novembre del 1943, giornata in cui la città di Foligno, 67anni fa, subì il primo duro <b>bombardamento </b>aereo da parte delle forze alleate angloamericane. Le vittime civili furono 140, in gran parte bambini, e centinaia furono i feriti portati in tutti gli ospedali della regione, come riportato nelle sue memorie da mons. Michele Millozzi Da quella drammatica giornata del ’43 fino al giugno del ’44, Foligno subì 36 bombardamenti aerei pesanti, che provocarono molti lutti e danneggiamenti, tanto che il 50% del <b>patrimonio </b>edilizio pubblico e privato del centro storico andò completamente distrutto.</p>
<p> </p>
<p>Per questo motivo il Presidente della Repubblica, nel 1961, conferì alla città di Foligno la Medaglia d’Argento al Valore Civile. Per commemorare quel tragico accadimento, l’Amministrazione comunale di Foligno farà apporre una corona d’alloro al monumento alle sofferenze e alla <b>memoria </b>di Piazza don Minzoni ed un’altra al sacello collocato nella chiesa di S. Agostino di via Garibaldi, che riporta i nomi di tutti i caduti nei bombardamenti aerei sulla città “Il Comune di Foligno, ha dichiarato il sindaco Nando Mismetti, considera essenziale conservare la memoria storica della città; in questo quadro, il 22 <b>novembre</b>, anniversario del primo bombardamento aereo, rappresenta per i nostri cittadini un indelebile ricordo per chi ha vissuto quel dramma ed un severo monito per i giovani, affinché nel mondo non vi siano più guerre”.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*