UMBRIALIBRI 2013, APPUNTAMENTI DELL’8 NOVEMBRE

umbrialibri (9)(umbriajournal.com) PERUGIA – UmbriaLibri è entrata nel vivo della sua XIX edizione, con l’inaugurazione di questa mattina a Palazzo della Penna. Oltre venti appuntamenti al giorno animeranno le sale del nuovo Centro di Cultura Contemporanea e altre sedi dell’evento, con incontri letterari e ospiti d’eccezione dedicati al tema di quest’anno: La cultura che…, cui seguono azioni quali resiste, occupa, collabora, muore, cambia, libera, imprende, connette etc…, suggerite in una sorta di costante e continua interazione da scrittori, lettori, editori, ma anche giornalisti, artisti, opinionisti, politici, religiosi e pubblico, sollecitati a interagire con la manifestazione e a parteciparvi tutti, analogamente, in veste di protagonisti.
Questi gli appuntamenti principali della seconda giornata, venerdì 8 novembre. Alle ore 11 nella Sala Grande di Palazzo della Penna saranno presentati i finalisti e proclamato il vincitore della V edizione del Concorso letterario per ragazzi “Storie Sottobanco”. Intervengono: Pasquale Guerra, Valeria Mastroianni, David Nadery, Lorenza Ricci e Marco Rufini.
Nel pomeriggio, sempre a Palazzo della Penna, si inizia alle ore 15:30 con la presentazione, per la sezione UmbriaLibri Noir, del libro “Il Paese che amo”, di Simone Sarasso (Marsilio), con l’intervento di Alessandra Buccheri, Jacopo De Michelis e dell’autore. Alle ore 17:30 nella Strada Romana Giovanni De Feo propone lo storytelling “C’erano una volta i racconti: narrazione folk e oralità nell’Italia di inizio millennio”.
Sempre alle ore 17:30 nel Salone di Apollo avrà luogo invece l’incontro “Culturabili®” a cura di Co.Mo.Do. Società Cooperativa, coordinato da Marco Tortoioli Ricci sul tema “Economie Culturalmente Abili. I pionieri delle nuove imprese culturali e civiche che funzionano nel mondo”. Intervengono Joost Beunderman, Thomas Bialas, Asli Haddas, Carmen Leombruni, Riccardo Luciani, Pietro Pollichieni. L’innovazione culturale parla nuovi linguaggi per rilanciare l’economia e il patrimonio del territorio. Da Londra a Copenhagen, da Berlino a Milano: chi sono i pionieri delle nuove imprese culturali? Come agiscono e quali sono le loro abilità. Un evento per conoscere le storie di maggiore impatto sul territorio. Un’occasione per tracciare sul palco, in presa diretta, il profilo del futuro imprenditore (e innovatore) culturabile. Una sfida per ridisegnare e ri-plasmare ciò che di bello l’Umbria ha da offrire al mondo.
Alle ore 18:30 nella Sala Grande sarà presentato il libro “PhotoTherapy Techniques: Exploring the Secrets of Personal Snapshots and Family Albums” della psicologa e arte-terapeuta Judy Weiser (Franco Angeli Editore). Insieme all’autrice intervengono Fabio Piccini e Antonello Turchetti.
Sempre alle ore 18:30, nella Sala della Vaccara di Palazzo dei Priori, ci sarà l’incontro illustrativo del manifesto della Candidatura della città di Perugia a Capitale Europea della Cultura 2019, in collaborazione con le Città di Pisa e di Matera. All’incontro, coordinato da Arnaldo Colasanti, intervengono Lucio Argano, Ledo Prato, Luca Taddio e Paolo Verri.
Alle 20:30 Palazzo della Penna ospita la seconda cena tematica della rassegna Detective di Gola, sulle tracce dei più grandi detective letterari, curate da Alberto Sorbini, direttore dell’ISUC, con la consulenza enogastronomica di Valter Ferrero e della chef del Bioo Gourmet Cafè Barbara Grimoldi. Protagonista della serata sarà lo scrittore George Simenon e il suo personaggio Jules Maigret, con un menu a base di piatti e vini d’ispirazione francese. La prenotazione è obbligatoria (tel 075.5716233 / palazzodellapenna@sistemamuseo.it).

Mostre
Spazio anche alla fotografia e all’arte all’interno della manifestazione. Nelle sale di Palazzo della Penna, sono state allestite due mostre fotografiche: Leggere Perugia, di Claudio Montecucco, un’esposizione di ritratti di persone colte a propria insaputa nello scenario della città, declinata in questo caso come una sala di lettura aperta, i cui spazi, scale, muretti, vicoli e monumenti del centro storico, diventano rifugi nei quali abbandonarsi alle proprie letture, e Spazi Sensibili, un progetto di Marco Nicolini, che ha origine dal desiderio di esaltare gli spazi dedicati all’arte, alla cultura in genere, alla trasmissione del sapere attraverso lo sguardo, la parola, l’educazione visiva, l’ammirazione incondizionata e l’estasi dell’intelletto. Inoltre, fino al 9 novembre, presso la Biblioteca Augusta (Via delle Prome), si potrà visitare l’esposizione, curata da Marilena Scavizzi, dei libri d’artista realizzati dagli studenti del biennio dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, dal titolo Libero Libro.

[wzslider autoplay=”true” info=”true” lightbox=”true”]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*