Umbertide, inaugurata l’installazione di Pierligi Potsy Monsignori

 

premiazioneE’ stata inaugurata ieri la nuova installazione dellartista umbertidese Pierluigi Potsy Monsignori dal titolo Contro corrente installata presso il Museo di Santa Croce dove potrà essere ammirata fino al prossimo 8 settembre. Al taglio del nastro erano presenti anche il sindaco Marco Locchi e lassessore alla Cultura Stefania Bagnini che si sono complimentati con lartista per la sua nuova opera ricca di significati profondi, che, posta ai piedi della Deposizione dalla Croce del Signorelli, riesce a creare un continuum tra arte cinquecentesca e contemporanea.

Linstallazione rappresenta infatti un pesce che nuota contro corrente simbolo dei valori che ogni giorno lottano contro lesercito degli ignavi, simboleggiati dalle sedie scomposte in sala, e gli stereotipi proposti dai media che ci fanno amare gli oggetti e odiare le persone. Valori che hanno origine nel Cristianesimo e che pertanto vengono rappresentati dalla figura del pesce, simbolo dellamore che Dio ci ha donato, senza barriere e senza pregiudizi, e che linstallazione di Potsy sembra trarre dallenergia della Deposizione del Signorelli.

Linstallazione è composta da mattoni colorati, simbolo della casa e quindi della famiglia, realizzati dalle Ceramiche Artistiche Nuova Cer del cav. Primo Cerbella che ha dato vita a pezzi unici e irripetibili. Questo perché Potsy non si arrende alla crisi economica specie vivendo in un Paese, lItalia, che possiede ben il 20% del patrimonio culturale e artistico dell’umanità: il connubio tra arte ed eccellenze locali, come appunto la ceramica, diventa quindi un modo per valorizzare le potenzialità del territorio. A completare l’opera i simboli “ΙΧΘΥΣ” (pesce e acronimo di Cristo), proposti dall’artista Fabio Mancini, in arte Ofman.

Foto in allegato

 

Gli studenti raccontano la vita come una continua sfida,

premiati i vincitori del concorso letterario Racconti di sfide

Si è tenuta questa mattina presso laula magna Marcella Monini dellistituto Leonardo Da Vinci la cerimonia di premiazione della quinta edizione del concorso letterario Racconti di che anche questanno ha saputo coinvolgere tantissimi studenti delle scuole medie e superiori non solo di Umbertide ma di tutta lAlta Valle del Tevere e del Perugino, da San Giustino a Ponte Felcino. Promosso dallistituto Leonardo Da Vinci con la collaborazione del Comune di Umbertide che ha contribuito con i premi in denaro ai giovani vincitori, il concorso si è incentrato sul tema delle sfide, con la finalità di stimolare la partecipazione degli studenti di sesso maschile, di solito meno presenti rispetto alle ragazze.

Alla fine è emerso che per i giovani la sfida è la vita stessa nelle sue mille sfaccettature, nella quotidianità, nelle tante e piccole difficoltà che si nascondono dietro langolo.

La cerimonia di premiazione si è aperta con il saluto del dirigente scolastico dellistituto Leonardo Da Vinci Franca Burzigotti, del dirigente scolastico della scuola media Mavarelli- Pascoli Gabriella Bartocci e della prof.ssa Antonella Pirati in rappresentanza degli istituti di Città di Castello. Poi è stata la volta del saluto del sindaco Marco Locchi che ha ribadito limportanza di concorsi in grado di stimolare la creatività dei ragazzi e al contempo il ruolo che listituto distruzione superiore Leonardo Da Vinci riveste per Umbertide, punto di riferimento per i tanti giovani della città e non solo e continua fucina di interessanti iniziative culturali e di aggregazione.

Poi sono intervenute le presidenti delle due commissioni giudicatrici, una per gli istituti superiori ed una per le scuole medie, le prof.sse Mirella Suqartini e Edda Sonaglia, e le referenti del progetto, le insegnanti Antonella Belli, Claudia Cataldi ed Elsa Nardi che hanno presentato anche la SAC, la squadra anti clonazione del concorso, composta da cinque studentesse che hanno vigilato sulloriginalità dei racconti presentati. Anche questanno inoltre è stato assegnato un premio speciale intitolato alla memoria di Marcella Monini, linsegnante che ha perso la vita per salvare i due figli dalle onde del mare e per questo in sala erano presenti anche i bambini di Marcella, insieme al loro papà, che hanno consegnato personalmente il premio al vincitore. Inoltre è stata promossa una staffetta di scrittura creativa che ha coinvolto circa 160 ragazzi delle classi prime dellistituto Leonardo Da Vinci che si sono cimentati nel genere fantasy.

Il concorso letterario è stato poi accompagnato da un concorso di disegno: lopera vincitrice, realizzata dalla studentessa Ainur Cerantonio, della classe III A della scuola media Mavarelli- Pascoli di Umbertide, è stata pubblicata come immagine di copertina della raccolta.

Questi i nomi dei vincitori:

Per le scuole medie il primo posto è stato vinto da Hind Ayoub Elidrissi e Silvia Orlandi della III C della scuola Mavarelli- Pascoli di Umbertide con il racconto La grande sfida, seguito da Siria, racconto di Cristina Mommi della II B della scuola Mavarelli- Pascoli di Umbertide e, a terzo posto, da Robin e il mistero della porta nascosta di Marta Gustinucci della I B della scuola Alighieri Pascoli di Città di Castello.

Per listituto superiore Leonardo Da Vinci ha vinto Virginia Spantini della classe II A con Specchio delle mie brame; al secondo posto si sono classificate Anna Giulietti e Gaia Pazzagli della III C con La cura e al terzo Anna Chiodini e Sara Giolivi della IV S con Quando la vita è dolore. Il premio speciale Marcella Monini è stato invece assegnato a Edoardo Fanelli e Marco Staccini della II B della Mavarelli- Pascoli di Umbertide con Il riscatto di Ayoub

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*