Teatro Morlacchi, Allegrini presenta “Franco Rasetti: il fisico che divenne naturalista”

inaugurazione di una strada a Rasetti in Belgio a Waremme (in foto a dx Monellini)PERUGIA – Nato a Pozzuolo umbro nel 1901, deceduto a Waremme (Belgio) nel 2001, Franco Rasetti riposa in Umbria, dal 2002, nel cimitero del suo paese natale. La figura di questo fisico pacifista si pone a cavallo di due millenni e giganteggia nel mondo della scienza anche in ragione delle scelte che ne ispirarono la condotta.

“Ragazzo di via Panisperna”, con Amaldi, Fermi, Maiorana, Pontecorvo e altri scienziati di livello mondiale, Franco Rasetti attraversò esperienze internazionali (Kaiser Wilhelm Institut di Berlino, dove conosce Albert Einstein, a Caltech in California) guadagnandosi un indiscusso prestigio legato alle sue originali ricerche.

Professore all’Università Laval in Québec (Canada), rifiutò di partecipare a un progetto di ricerca nucleare franco-canadese, intuendo quelli che sarebbero stati gli sviluppi degli esperimenti condotti a Fort Alamos nelle loro applicazioni militari. Porta chiusa, dunque, agli studi per l’atomica e ricerche sui raggi cosmici, su geologia, paleontologia, entomologia (oltre 30 mila esemplari raccolti e descritti) e botanica.

Anche in questi nuovi campi, Rasetti fu grande e apprezzato nel mondo. Rasetti fu anche poeta, disegnatore raffinato (capacità ereditata dalla madre, abile pittrice), conversatore amabile. Fino alla malattia che lo colse nel 1973, con esiti progressivamente invalidanti, fino a fargli desiderare la morte. Della vita e delle attività multiformi, del pensiero pacifista e divergente di questo irriverente e scomodo personaggio, parleranno il presidente dell’associazione Franco Rasetti, Claudio Monellini, e il curatore d’arte Andrea Baffoni.

Verranno prodotti materiali relativi a cimeli e raccolte custoditi nel museo che l’associazione gli ha dedicato in Palazzo Moretti di Pozzuolo. Oltre alle lettere di cordoglio di Carlo Azeglio Ciampi in occasione della scomparsa, va ricordato uno importante riconoscimento attribuito allo scienziato dalla Chiesa Cattolica Italiana: il 3 ottobre 2003, presso la Sala dei Notari a Perugia, venne ricordata la figura di Franco Rasetti come “Uomo di Pace” nel contesto: “Umbria Terra di Pace”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*