Perugia, i fumettisti di Young Guns all’IMMaginario Festival

il logo del progetto Young Guns realizzato da Alessio Biancalana
il logo del progetto Young Guns realizzato da Alessio Biancalana

(umbriajournal.com) PERUGIA – In occasione della quarta edizione dell’IMMaginario Festival, rassegna che va dalla radio al teatro ai nuovi linguaggi del web, che si tiene dal 20 al 24 novembre a Perugia, l’Associazione Makeba di Marsciano e l’Associazione Umbria fumetto presenteranno sabato 23 novembre alle ore 19.00 presso la Sala camerale ex Borsa Merci di Via Mazzini a Perugia, il “making off” del progetto Young Guns con la presenza di ospiti d’eccezione come Leo “Ratman” Ortolani, Gianni “Gipi” Pacinotti e Marco “Maccox” Dambrosio.

Young Guns, finanziato attraverso un bando della Regione Umbria, è un progetto rivolto a giovani fumettisti e illustratori residenti o domiciliati in Umbria e di età compresa tra i 20 e i 30 anni. È stato presentato dall’Associazione Makeba con la collaborazione dell’Associazione Umbria Fumetto di Perugia ed il partenariato del Comune di Perugia, del Comune di Marsciano e dell’Arci. Partito ad aprile 2013, e della durata di un anno, il progetto si propone di individuare e sostenere nuovi talenti del disegno, stimolando la dimensione creativa dei giovani e la loro capacità di innovazione. Se il mercato del fumetto è in crisi dal punto di vista economico-quantitativo è tuttavia evidente una crescita della qualità della produzione di opere grafico narrative a livello mondiale. Inoltre lo sviluppo di nuove forme di comunicazione sta aprendo nuovi mercati in paesi che fino ad oggi non avevano sviluppato cultura e tradizione del fumetto.

Tre le fasi del progetto. Lo scouting, attraverso cui sono stati individuati e selezionati i giovani fumettisti, la formazione, volta ad ottenere prodotti di livello professionale, e la promozione.  Quest’ultima è la fase più innovativa e inedita del progetto. Le produzioni che avranno raggiunto un adeguato grado di professionalità, dopo un editing professionale, saranno pubblicate su un sito realizzato appositamente e, soprattutto, pubblicate in versione cartacea in una apposita rivista-contenitore in due lingue (italiano e inglese). La rivista, che presumibilmente avrà lo stesso nome del progetto, sarà inviata a tutti gli editori di fumetti dei principali paesi produttori europei.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
1 × 20 =