NARNIA FUMETTO, OTTAVA EDIZIONE DA INCORNICIARE: AUMENTANO ESPOSITORI E VISITATORI

Cosplayer a Narnia fumetto 2013
Cosplayer a Narnia fumetto 2013

(umbriajournal.com) NARNI – Narnia Fumetto conquista un posto d’onore nel panorama delle manifestazioni nazionali dedicate all’arte del fumetto. Con un boom di presenze, che hanno fatto registrare un aumento del 20% rispetto alla scora edizione, la fiera si impone come uno dei momenti fondamentali per appassionati e autori. L’ottava edizione sarà sicuramente ricordata per il grandissimo numero di autori ed espositori ospitati, ma senza dubbio anche per il gran numero di visitatori giunti da tutta Italia. Tantissimi i romani a Narni in questi giorni, sicuramente la presenza extra regionale più consistente, ma anche tanti dalla Basilicata e dalle Marche, molti gli abruzzesi, i campani e i pugliesi (i dati arrivano dall’indagine fatta durante la tre giorni con un monitoraggio su arrivi e presenze). Presente anche il nord Italia con all’appello, in particolare, lombardi, veneti e trentini. Tre sicuramente le guest star tra i visitatori: un ragazzo finlandese, una ragazza coreana ed una portoghese: in vacanza nei dintorni, sono arrivati a Narni attratti dalla mostra mercato e sono stati ben felici di passarci un’intera giornata. Nei tre giorni di fiera la cittadina ha registrato il tutto esaurito in alberghi e ristoranti. Pieni i negozi e i bar con un indotto insomma che ha beneficiato appieno della mostra. Soddisfatti i visitatori che hanno trovato in Narnia Fumetto qualità, cortesia, professionalità, omaggi da portare a casa, divertimento e una grande varietà di offerte culturali. Gratificati del proprio lavoro sicuramente gli artisti, con file lunghissime di fan in attesa di autografi, dediche e disegni; soprattutto alle scrivanie di nomi immensi come Lloyd; Manapul, punta di diamante della DC Comics; Sandoval ; Erskine e Zerocalcare. Grande successo anche per i due cosplay contest, quello a tema Disney di sabato, in cui si è vista vincitrice una meravigliosa sirenetta Ariel, e quello di domenica con una sarabanda di personaggi di cartoni animati, videogame, film e, ovviamente, fumetti. Narni in questi giorni ha insomma traboccato di fantasia, colori e sorrisi di meraviglia. E traboccato è sicuramente il termine giusto: gli spazi fin’ora messi a disposizione della fiera si sono fatti stretti per il numeri che Narnia riesce a fare, sottolineano gli organizzatori, che al tempo stesso confidano nelle parole pronunciate in conferenza stampa da Gianni Giombolini, assessore alla Cultura del Comune di Narni, che ha dichiarato che l’amministrazione metterà a disposizione della manifestazione nuovi e importanti spazi per l’edizione 2014. Ammesso però che ci sia una Narnia Fumetto 9. E arriva qui l’unica nota dolente di questa edizione appena passata. Come spiega Francesco Settembre, ideatore di Narnia Fumetto e presidente dell’associazione Amici Miei, che ogni anno si occupa della realizzazione della mostra mercato: “quest’anno ce l’abbiamo fatta nonostante la crisi economica e i fondi a disposizione drasticamente dimezzati. Ormai è chiaro che per quello che Narnia Fumetto mette in moto, anche e soprattutto a livello turistico-economico per Narni, la nostra fiera meriti qualche attenzione in più. Se non ci saranno i finanziamenti adeguati Narnia Fumetto, purtroppo, potrebbe morire qui.” L’appello è dunque lanciato. Manca poco meno di un anno alla prossima Narnia Fumetto e allo staff piace credere che tutti i supereroi lottino in segreto per tornare a vivere tre giorni in carne ed ossa tra le magiche mura di Narni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*