L’arte giapponese a Perugia

SEIKIRUMAIL(umbriajournal.com) PERUGIA – Un viaggio nella cultura giapponese tra pittura e scrittura; una serata-evento tra le suggestioni della tradizione del Giappone interpretate da due giovani artiste. Sarà inaugurata giovedì 29 maggio, alle 18.30, presso L’Officina di Borgo XX Giugno a Perugia, la mostra Ikiru. A seguire, in tavola, menù giapponese in omaggio alle opere delle artiste, elaborato dagli chef Ada Stifani e Nobuhiro Okamoto. La mostra Ikiru, curata dal critico d’arte Andrea Baffoni, presenta i lavori delle artiste giapponesi Chigusa Kuraishi e Junko Ito. Il tema verte sul concetto di trasformazione, fluire del tempo e della vita, tematiche strettamente legate alla cultura giapponese, espressa all’Officina attraverso due linguaggi distanti, ma complementari: pittura e calligrafia. L’ideogramma “Sei”, in giapponese, ha molte accezioni, tra cui “Ikiru”, cioè Vita, che rimanda al concetto di cambiamento e trasformazione. Nella mostra i dipinti di Chigusa Kuraishi si alternano alle calligrafie di Junko Ito, in un costante gioco di rimandi dove il colore assume caratteristiche d’informalità, palesandosi attraverso flussi che richiamano la cultura artistica del Mono-ha, corrente artistica sviluppatasi in Giappone sul finire degli anni sessanta, prossima alle correnti concettuali statunitensi e all’Arte Povera italiana. La materia e il tempo assumono costanti di riflessione filosofica che le due artiste esprimono attraverso i personali linguaggi, immergendole entro sfondi pittorici dove l’intensità del blu esalta il contrasto con le tonalità più scure e i continui ricorsi alla preziosità dell’oro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*