I RICERCATORI DEL POLITECNICO DI TORINO TORNANO A TUORO SULLE TRACCE DI ANNIBALE

Nuove ricerche al Lago Trasimeno sulle tracce di Annibale
Nuove ricerche al Lago Trasimeno sulle tracce di Annibale

(umbriajournal.com) TUORO SUL TRASIMENO – Nuova missione di ricerca nelle acque del Lago Trasimeno. I tecnici e i ricercatori del Politecnico di Torino ritornano a Tuoro per analisi di approfondimento. L’equipe, guidata dal prof. Luigi Sambuelli del Politecnico, ha ripreso i lavori di prospezione magnetica e con radar lungo le coste prospicienti il comune di Tuoro sul Trasimeno. Dopo l’analisi preliminare dei risultati ottenuti dalla campagna di maggio, si è resa necessaria una seconda indagine di approfondimento che potesse convalidare le ipotesi già formulate dagli studiosi riguardo le numerose anomalie registrate dagli strumenti. Il gruppo, diretto da Luigi Sambuelli, composto da Diego Franco e Stefano Gallinaro del Politecnico e da Chiara Colombero dell’Università di Torino, è impegnato in una duplice raccolta di dati: il magnetometro e il gradiometro magnetico sono stati posizionati all’interno di una canoa trascinata dal natante di riferimento e collegati ad un GPS, in modo da ottenere con maggiore precisione possibile la posizione dei “bersagli” rintracciati. Sulla barca è invece collocato il radar per il riscontro di dati. Muovendosi a formare una griglia georeferenziata, sono stati acquisiti dunque numerosi dati. Nell’attesa che vengano aperte le carote ottenute dalle indagini dei fondali del lago (operazione prevista dal CNR per il mese di novembre), di fatto questi elementi andranno ad integrare e completare i valori acquisiti precedentemente. Ovviamente stiamo parlando di dati iniziali, che necessitano di essere processati e interpretati prima di poter sciogliere il mistero legato alla battaglia e agli eserciti dei generali Flaminio e Annibale. La stessa equipe poi, provvederà ad una serie di indagini non invasive a terra, seguite dall’archeologa Serena Trippetti, nella località Le Cerrete, dove a breve sarà avviato un progetto del Comune di Tuoro, che prevede la costruzione di un Castrum romano, un vero e proprio accampamento di legionari, nelle sue dimensioni reali. Il progetto si inserisce nell’ampio programma di sviluppo turistico-culturale portato avanti dall’amministrazione toreggiana con il Cammino di Annibale, in collaborazione con La Rotta dei Fenici, ed avrà sia scopi divulgativi che didattici, inserendosi, insieme con il Centro di Documentazione della Battaglia e di Annibale, nel circuito di musealizzazione e valorizzazione dei luoghi che hanno ospitato la battaglia del 217 a.C. L’interesse che il Comune di Tuoro manifesta ancora una volta per la ricerca delle sue origini non può prescindere dunque dall’archeologia, sulla quale la stessa comunità investe molto, dimostrandosi partecipe e anzi, entusiasta, delle numerose iniziative intraprese da questa Giunta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*