I PESCI DI CERAMICA DI ALESSIO BERNARDINI IN MOSTRA A TUORO SUL TRASIMENO

Un'opera di Alessio Bernardini in mostra a Tuoro
Un’opera di Alessio Bernardini in mostra a Tuoro

(umbriajournal.com) TUORO SUL TRASIMENO – Un “nipote” d’arte, anche in questo modo si potrebbe definire Alessio Bernardini, artista poliedrico, compositore e giovane ceramista in mostra a Tuoro sul Trasimeno con la sua prima personale. Alessio è nipote del maestro ceramista Massimo Baldelli, erede dunque di una scuola, quella dei Baldelli, tra le più prestigiose a livello internazionale che ha prodotto un grande repertorio di “pezzi” ceramici che hanno parlato un linguaggio artistico nazionale e hanno raggiunto, dall’Umbria, il mondo. La mostra, patrocinata dal Comune di Tuoro e dalla Pro Loco, si compone di ventiquattro pezzi in ceramica. Si tratta di vasi-scultura, lucidi e opachi, in ceramica, che richiamano le figure dei pesci. Il catalogo dell’esposizione è a cura di Giulio Busti, Conservatore del museo regionale della ceramica di Deruta.

Alessio Bernardini si è diplomato nel 2011 in Rilievo e Catalogazione dei Beni Culturali all’Istituto di Istruzione Superiore “Piero della Francesca” di Arezzo; questa a Tuoro è la prima mostra personale dell’artista che è si toscano d’origine, ma con radici umbre. L’arte di Bernardini non parte dalla ceramica, ma ci arriva per una doppia via che sembra determinata dalla eclettica formazione di questo giovane, da una parte infatti è un ceramista e dall’altra musicista e compositore. L’esposizione sarà aperta al pubblico fino a domenica 22 settembre, presso il Palazzo del Rondò a Tuoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*