Velimna, gli Etruschi del fiume , dal 29 agosto al 2 settembre

Velimna, gli Etruschi del fiume , dal 29 agosto al 2 settembre

Velimna, gli Etruschi del fiume , dal 29 agosto al 2 settembre . Si rinnova dal 29 agosto al 2 settembre prossimo al Parco di Ponte San Giovanni l’appuntamento con “Velimna, gli Etruschi del fiume”, la rievocazione storica con cui il capoluogo umbro ricorda la sua storia di città tra le più importanti della Dodecapoli etrusca. Tema del 2018 sarà proprio La Perugia Etrusca.

Organizzata dalla Pro Ponte Etrusca Onlus, con il patrocinio e la collaborazione del Ministero per i Beni Culturali, la Regione dell’Umbria, il Comune di Perugia, il Polo Museale dell’Umbria, MANU, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, Camera di Commercio di Perugia e Università degli Studi di Perugia, la manifestazione presenta, per il sedicesimo anno consecutivo, un ricco calendario di incontri, approfondimenti, spettacoli, visite guidate, workshop e cene a tema, per concludersi –come da tradizione- con l’imponente corteo storico, per la regia di Ennio Boccacci, di sabato sera a Ponte San Giovanni e la Cena etrusca, che si terrà domenica 2 settembre, sempre a Ponte San Giovanni.

L’edizione 2018 di Velimna è stata presentata questa mattina alla Rocca Paolina con una conferenza stampa, alla quale hanno preso parte Luana Cenciaioli, Direttore del Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria e del Museo Archeologico Nazionale di Orvieto, Leonardo Varasano Presidente del Consiglio comunale di Perugia, il Presidente della Pro Ponte Etrusca Onlus, Antonello Palmerini e il consigliere dell’Associazione Antonio Brunori.

“Velimna 2018 presenta delle novità logistiche e organizzative che coinvolgeranno sempre di più la realtà multietnica di Ponte San Giovanni.–ha spiegato il presidente Antonello Palmerini- Cresce, infatti, il nostro intento di coinvolgere sempre di più i giovani nella conoscenza della storia, della cultura e delle tradizioni degli Etruschi, grazie anche alla collaborazione dell’Istituto Comprensivo di Perugia 12 e di altre realtà culturali e ricreative di “Ponte San Giovanni, la città dei Velimna”.
Un territorio ancora da conoscere, da scoprire, da proporre ad adulti e bambini: è questo l’impegno con cui la Pro Ponte Etrusca onlus ogni anno ospita moltissime scolareschenella propria sede, dove i più giovani possono ammirare i pannelli scientifico-divulgativi (quest’anno, peraltro, raccolti in un volume), gli oggetti realizzati dagli artigiani e volontari, immergersi per un giorno nel modo degli Etruschi.

“Perugia, forse più di altre città, ha una sedimentazione di identità e spesso –ha sottolineato il Presidente del Consiglio comunale Leonardo Varasano- siamo stati timidi nel valorizzare la Perugia etrusca. Alla Pro Ponte, quindi, e a Velima va il merito di averlo fatto e di aver resistito per questi sedici anni, pur in mezzo a tante problematiche. Dobbiamo essere orgogliosi di questa nostra identità etrusca, come ci invitano a fare Bonazzi prima e Capitini poi.”

A ricordare le tante e importanti testimonianze della Perugia Etrusca è stata, quindi, il Direttore del Manu, Luana Cenciaioli, che ha ricordato il grande impegno che il Museo e l’Università degli Studi hanno fatto in questi anni per affiancare all’aspetto ludico della manifestazione quello scientifico. “I monumenti, i reperti, le scoperte più recenti –ha spiegato il direttore Cenciaioli- ci raccontano l’importanza della Perugia etrusca ed è doveroso parlarne, focalizzando l’attenzione sulla nostra città.”
“Una storia –come ha tenuto a sottolineare Antonio Brunori- che interessa moltissimo la gente, come ci dimostrano il successo della mostra che si è tenuta nei giorni scorsi alla Rocca Paolina e le visite guidate che sono state effettuate ai monumenti, le mura e le necropoli cittadine, al punto che si sta pensando ad un bis.”

LEGGI ANCHE: Anteprima dal 19 al 26 agosto 2018

Nel presentare il programma dell’edizione 2018 di Velimna, Brunori ha, quindi, invitato tutti coloro che desiderino partecipare al corteo di sabato sera a mettersi in contatto con la Pro Ponte Etrusca Onlus: “Abbiamo 600 costumi a disposizione e quest’anno vorremmo superare il record dei 400 figuranti in costumi per il corteo, per cui facciamo appello a perugini e non ad aiutarci a raggiungere questo risultato.”

Il programma

Ad inaugurare la kermesse sarà, mercoledì 29 agosto alle ore 19,30, nella suggestiva cornice della Necropoli del Palazzone a Ponte San Giovanni la conferenza “La Perugia etrusca e i suoi monumenti”, a cura del Direttore del Manu, Luana Cenciaioli, a cui seguirà la visita guidata in notturna della necropoli e dell’Ipogeo.

Ancora la Perugia etrusca sarà protagonista del convegno nazionale del 31 agosto (ore 9,30-18,30) nella sede del Manu a Perugia, che sarà anche l’occasione per la presentazione degli atti dell’analogo incontro dello scorso anno sul tema di Velimna 2017 “Etruschi e Umbri. Gente di confine”.

Nel fine settimana di sabato 1 e domenica 2 settembre, tante occasioni per fare un viaggio indietro nel tempo, con il mercato di artigianato etrusco, l’accampamento etrusco, scene di vita quotidiana dell’epoca, combattimenti, mestieri, giochi, spettacoli a tema, grazie anche alla presenza dei gruppi storici “Antichi popoli” di Firenze e “Rasenna” di Cerveteri.
Per i visitatori più curiosi sarà anche possibile partecipare a workshop di archeologia sperimentale sulla lavorazione del bronzo, a cura di ArcheoExpert (a pagamento), e della ceramica. Non mancheranno animazioni e spettacoli a temae l’estemporanea di pittura, a cura di Stefania Natalicchi.

Sabato 1 settembre, a partire dalle ore 21,00, il tradizionale corteo storico si dipanerà da Via Manzoni fino al Parco di Via della Scuola, dove avrà luogo lo spettacolo di danza in notturna, a cura della scuola Apollon. Domenica 2 settembre, a chiusura della manifestazione, la Cena etrusca al parco, a partire dalle 20,30 (su prenotazione, costo 25,00 euro).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*