TERNI, IL TERNI FESTIVAL PROSEGUE CON UN CALENDARIO FITTISSIMO DI EVENTI

"Nella Tempesta",Motus
"Nella Tempesta"
“Nella Tempesta”, Motus

(umbriajournal.com) TERNI – Sarà la performance in motocicletta di MARCO AUSTERI e VALENTINA JALALI ad inaugurare la seconda giornata del TERNI FESTIVAL. REARVIEW MIRROR, è una corsa e un’avventura che condurrà lo spettatore sulla E45 che unisce l’Europa da Sud a Nord. Una performance in sella ad una moto che ha il suo inizio e la sua fine sulla strada. È la possibilità di partire per un viaggio di cui non si conosce la direzione, di vivere un’avventura in coppia senza sapere chi sia il proprio compagno di viaggio. Si parte alla ricerca di una possibile interazione, di un contatto con le emozioni più intime e vivide. Nel percorso costante verso un punto di arrivo può sopraggiungere una deviazione inaspettata. Cosa accade in quell’attimo? Un imprevisto può cambiare il punto di vista sulle cose e sul mondo?     La performance, per uno spettatore alla volta, si svolgerà, a partire dalla stazione di Cesi, dal 20 al 28 settembre dalle ore 15.00 per quattro repliche al giorno. E’ obbligatoria la prenotazione presso il botteghino del CAOS o al numero +39 0744 285946.

Il filo conduttore del VIAGGIO prosegue con GLOTER VIAGGI progetto di KATIA GIULIANI, si presenta come un evento, un fatto che porta ad un’esperienza, dove la finzione e il gioco sono il canale per accedere ad un luogo fisico, concreto, dove altrimenti non saremmo mai stati. Attraverso un impianto comunicativo quasi banale,   riconoscibile nei canoni di un’allegra agenzia di viaggi, i partecipanti si trasformano in viaggiatori, per scivolare dolcemente nell’abîme di un’incognita destinazione, per trovarsi in un luogo inaspettato, nelle pieghe della città a loro nota, o ai suoi margini, dove non hanno mai osato avventurarsi. La partenza è prevista dal 20 al 22 settembre alle 16.00 da Piazza della Repubblica. La performance prevede un massimo di 8 spettatori alla ed è necessaria la prenotazione presso il botteghino del CAOS o al numero +39 0744 285946.

Carta, penne, ricordi, storie. Questo è ciò che serve a MAP OF THE WORLD, lo spettacolo di MINDGROUP per la prima volta in Italia, per disegnare una mappa del mondo. L’obiettivo di “Map of the world” è produrre una mappa, documentare e condividere. La domanda cui risponde è: “Come parliamo del nostro mondo?”. Ci sono certezze date, ci sono cose che sappiamo di sapere a riguardo. Ma ci sono anche incognite sconosciute. L’idea di MINDGROUP è rendere manifesta una visione del mondo più onesta anche se forse meno precisa di Google Earth. Una mappa che è unica e diversa ogni volta che il dispositivo teatrale si attiva. La performance si svolgerà presso l’AREA LAB del CAOS venerdì 20 settembre alle 18.30. La replica di sabato 21 settembre alle 17 sarà dedicata al pubblico dei più piccoli.

In coproduzione con il network Finestatefestival e Santarcangelo dei Teatri, arriva a Terni la versione italiana del capolavoro di LOTTE VAN DEN BERG “AGORAPHOBIA” performance che affronta il tema della solidarietà e della sicurezza sociale. Nasce dal bisogno profondo di parlare di questi problemi sia punto di vista dell’individuo che della comunità. “Agoraphobia” si svolge in uno spazio aperto, in una piazza   affollata da qualche parte nel centro città. Attraverso il proprio cellulare ma a debita distanza, il pubblico osserva una donna, DARIA DEFLORIAN, che sembra parlare da sola. Finché questa donna non si rivolge apertamente agli spettatori coinvolgendoli in una singolare protesta, la sua personale rivolta contro la società. É una performance su una donna che sente il bisogno di far sentire la sua voce in pubblico. É una performance sulle persone che la ignorano, passano, si fermano e ascoltano. La performance si svolgerà venerdì 20 alle 18.45 in Piazza della Repubblica e sabato 21 settembre alle 18.45 in Largo Villa Glori. Per partecipare è necessario utilizzare un telefono cellulare e procurarsi il codice collegandosi al sito www.omsk.nl/signup. L’ingresso è gratuito e la telefonata è a carico dello spettatore.

Ferite, conflitti di oggi e visioni allucinate del futuro, tra utopie e distopie… NELLA TEMPESTA di MOTUS, “La tempesta” di Shakespeare viene “sbranata” con irriverenza per andare a fondo nell’istanza che esonda da tutti i personaggi: il desiderio di libertà. La “temporaneità” dell’evento scenico viene utilizzata per creare una Zona Altra dando origine una sorta di Istant Community dove anche la comunità-pubblico ha un ruolo attivo e determinante. In quanto “animali politici” in scena si dà vita ad un’esperienza di riappropriazione, sia degli spazi, sia dell’esperienza in sé, sempre immersi “nella tempesta” dove non si inscena un mondo che finisce, ma un mondo che comincia. Lo spettacolo sarà al Teatro Secci venerdì 20 settembre alle 20.45.

Ultimo spettacolo di venerdì 20 settembre è LA SAGRA DELLA PRIMAVERA PAURA E DELIRIO A LAS VEGAS di CRISTINA RIZZO. Nel centenario della “Sagra della Primavera” di Stravinskij Cristina Rizzo realizza una performance in cui il movimento diventa delirio del corpo e la coreografia opera come effetto distorsivo sulla realtà, anche grazie a uno spiazzamento tra il visivo e il sonoro. “Mettiamo che nell’immagine che stiamo guardando – ci racconta Cristina Rizzo – improvvisamente, per un millesimo di secondo, l’inquadratura si sposti rovesciandosi o allungandosi facendoci intravedere altri dettagli di una stanza che altrimenti non avremmo mai visto e che forse comunque non vedremo mai. Oppure, ci troviamo ad ascoltare soli della musica ed immaginiamo chi la sta suonando o dove la si sta suonando: un’orchestra intera o un esercito di mosche, un’isola deserta e noi allungati sulla spiaggia o il silenzio dopo che è caduta la neve o i tuoni di un temporale in un paese asiatico in mezzo ad una jungla di bambù, oppure niente, una bolla di vuoto dentro cui   galleggiamo, o dei tamburi brasiliani che suonano la Samba o una folla di persone che balla o… La domanda è cosa vedo quando ascolto, cosa ascolto quando vedo?”. Lo spettacolo sarà allo Studio 1 del CAOS il 20 settembre alle 22.15 e il 21 settembre alle 20.45.

Per ulteriori informazioni: tel. +39 0744 285946 – info@ternifestival.it     Laura Scolari  Indisciplinarte – Responsabile rapporti con la stampa  tel. +39 347 8704393 stampa@indisciplinarte.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*