SPELLO: XXI CONVEGNO DELL’ ACCADEMIA ROMANISTICA COSTANTINIANA

Accademia Costantiniana Convegno
Accademia Costantiniana Convegno
Accademia Costantiniana Convegno

(umbriajournal.com) SPELLO – Un appuntamento con le “Frontiere della romanità nel mondo tardoantico” presentato da illustri docenti provenienti dalle università italiane e straniere. E’ in corso in questi giorni a Spello il XXI convegno dell’Accademia romanistica costantiniana, la prestigiosa istituzione che ha scelto la città di Spello come sua sede ufficiale. Al convengo partecipano grandi studiosi tra cui l’inglese Wolf Liebeschuetz e lo spagnolo Manule J.Garcia-Garrido oltre al preside della facoltà di lettere e filosofia dell’Università degli studi di Perugia Giorgio Bonamente che insieme a Rita Lizzi Testa presenterà questa mattina il volume “Costantino prima e dopo Costantino”.

Saranno inoltre presentati il volume XIX degli atti e il volume XII dei quaderni di lavoro dell’Accademia romanistica costantiniana. Il convengo terminerà con i Seminari dell’Accademia a cura di Mariagrazia Bianchini e Paolo Mari in programma venerdì 20 alle 15 sul tema “La storiografia romanistica sulla Tarda Antichità” e sabato 21 alle 9 con “le scritture nella tarda Antichità”.

Questa mattina il sindaco Sandro Vitali nel suo saluto ai convegnisti ha ricordato l’importanza dell’Accademia romanistica costantiniana per la città di Spello visto l’immenso patrimonio esistente risalente al periodo dell’impero costantiniano, in particolare il Rescritto di Costantino ribadendo con forza l’autenticità del reperto, ugualmente confermato da studiosi e accademici del settore. Altro argomento trattato il mantenimento di Villa Fidelia come proprietà pubblica per il valore storico e ambientale, in relazione anche alla localizzazione dell’antico centro federale degli umbri. In conclusione, nel ribadire il sostegno del Comune all’Accademia, il sindaco si è augurato che possa per il futuro avere la necessarie risorse economiche per proseguire la prestigiosa attività per l’importanza storico scientifica per l’intera comunità accademica regionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*