Quattro passi nella Rocca, inaugurata mostra

quattro-passiPERUGIA – Si è aperta in una giornata di festa e di celebrazione della memoria, venerdì 25 aprile, Quattro passi nella Rocca, la mostra mercato di enogastronomia e artigianato di qualità allestita per il quarto anno consecutivo dall’associazione L’arte e la terra in uno dei luoghi più suggestivi dell’acropoli perugina. Le sale medievali della Rocca paolina, infatti, stanno ospitando, e lo faranno fino a domenica 4 maggio, tutti i giorni dalle 9 alle 21, 25 standisti, non solo umbri, ma provenienti anche da altre regioni italiane.

A tagliare il nastro, insieme a Pasquale Tirelli, presidente dell’associazione organizzatrice, sono stati Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria, Wladimiro Boccali, sindaco di Perugia, Giuseppe Lomurno e Ilio Liberati, assessori rispettivamente allo sviluppo economico e a infrastrutture e sport del Comune di Perugia. “Riproponiamo il nostro format – ha detto Tirelli – che riscuote sempre grande successo. Ospitiamo espositori da diverse zone del territorio nazionale. Oltre che dall’Umbria, infatti, sono arrivati da Piemonte, Veneto e Lazio. Sia nell’enogastronomia che nell’artigianato cerchiamo e accogliamo prodotti e produttori di alta qualità, con l’obiettivo di mettere in mostra articoli che normalmente non si trovano in giro con facilità”. Format che vince non si cambia, dunque, ma si allunga nella durata perché, invece che sette giorni, quest’anno sono dieci arrivando a coprire il periodo in cui Perugia ospita il Festival internazionale del giornalismo.

Nella mostra mercato per l’enogastronomia trovano spazio i dolci con due maestri cioccolatieri, uno umbro e l’altro piemontese, sapori locali soprattutto legati a salumi, formaggi e miele, e birra tedesca di fattura artigianale. Accanto, gli artigiani con i loro lavori in ferro battuto, di bigiotteria anche con pietre e vetro di Murano, Svarowski e oggettistica varia. Completa l’offerta la sezione riservata all’arte. In esposizione ci sono le pitture del “Giardino immaginario” di Maria Teresa Chiaraluce, i ritratti di Serena Colombo, le sculture in legno di Edoardo De Pietro e le ceramiche di Beate Megaard Paulsen. “Con nostro evento – ha aggiunto Tirelli – abbiniamo la possibilità di degustare prodotti genuini a quella di ammirare l’arte espressa dalla location stessa e dagli artisti che sono al suo interno. Cerchiamo di dare sempre un buon motivo per fare quattro passi nella rocca”. “In questa giornata di festa – ha detto Lomurno – registriamo la presenza di tantissimi turisti. La città comincia a vivere quella primavera che è legame tra le manifestazioni che in questi giorni animano Perugia, penso per esempio anche la fiera dedicata ai fiori a Pian di Massiano. Anche sfruttando il minimetrò tutti possono godere dell’offerta che il capoluogo umbro propone. Quattro passi nella Rocca è una vetrina importante in un luogo che rappresenta la porta dell’acropoli della città. Festeggia quattro anni, per cui è una manifestazione appetita dai cittadini perché permette di assaggiare prodotti di qualità, visitare un luogo ricco di storia e acquistare pezzi di artigianato selezionati. Questa possibilità può e deve essere una leva di rilancio economico per il territorio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*