Gelato batte pioggia e vento ad Orvieto

GELATId'italiaVENTOpioggiaORVIETOChi ha passeggiato per Orvieto nelle giornate di sabato e domenica si è sicuramente accorto di un particolare: la passione per il gelato artigianale è più forte della pioggia e del vento! Nonostante le condizioni climatiche avverse degli ultimi due giorni, sono stati ugualmente migliaia i visitatori saliti sulla Rupe per “I Gelati d’Italia”, la manifestazione organizzata da Bmb Events con il patrocinio di Regione dell’Umbria, Provincia di Terni, Comune di Orvieto, Camera di Commercio di Terni e la sponsorizzazione tecnica di Carpigiani. Dal pomeriggio di ieri fino alla giornata di oggi le piazze e i palazzi teatro dell’evento hanno accolto un flusso continuo di persone, che hanno sfidato il freddo per il piacere di una passeggiata con il gelato in mano.

Tanti gli ombrelli aperti sopra una coppetta di gelato con uno dei 20 gusti tipici delle regioni italiane, con gli stessi organizzatori sorpresi della determinazione di orvietani e turisti italiani e stranieri a non farsi mancare almeno una degustazione delle prelibatezze realizzate dai 40 gelatieri professionisti della manifestazione.

Insieme al gelato, quasi tutti hanno votato anche per eleggere il gusto più buono d’Italia, mostrando di apprezzare non solo i sapori, ma anche la formula della manifestazione. La conferma è venuta anche dal grande successo registrato anche in questi ultimi due giorni dalle lezioni a Palazzo dei Sette di “Pillole di Gelato”, i mini corsi per adulti e bambini della Carpigiani Gelato University, dall’esibizione dei maestri di Zoldo e dalle visite alla temporary exhibition del Gelato Museum Carpigiani.

A Palazzo dei Sette è andato ieri è andato in scena anche il convegno della sezione umbra dell’Associazione Italiana Celiachia, che insieme agli artigiani gelatieri ha approfondito le tematiche della dieta senza glutine e della corretta alimentazione. A regalare una serata davvero spettacolare è stato il campione del mondo di Flair Bruno Vanzan, che ha stupito e impressionato con la preparazione acrobatica di irresistibili cocktail il numeroso pubblico richiamato dall’Enoteca al Duomo nell’ex chiesa di San Giacomo. Giovanissimo, ma con alle spalle 23 vittorie internazionali e più di 100 gare disputate in 25 Paesi del mondo, insieme ai bartenders di Planet One Service Bruno ha calamitato l’attenzione del pubblico regalando divertimento e opportunità di bere in modo raffinato, con lo straordinario accompagnamento musicale del trio acustico di chitarre Bartender di Orvieto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*