CORSA ALL’ANELLO DI NARNI

CORSA ALL'ANELLO(UJ.com3.0) NARNI – Tutti i cavalli sottoposti alle previsite della commissione veterinaria sono risultati idonei e potranno disputare regolarmente la Corsa all’Anello. I diciotto cavalli (sei per ogni terziere) presentati da Mezule,Fraporta e Santa Maria hanno passato in maniera brillante le previsite obbligatorie di marzo risultando in ottima forma. Altre visite, come prevede il regolamento, verranno effettuate la mattina del 12 maggio, giorno della corsa al campo sempre dalla commissione veterinaria, sui quattro cavalli (tre titolari ed una riserva) che ogni terziere sceglierà per la gara. La commissione veterinaria, presieduta dal veterinarioGianmario Corsalini, ha effettuato le previsite nelle scuderie dei terzieri, nell’habitat quotidiano dei cavalli, che sono stati controllati al passo e al trotto e sottoposti a lastre ed esercizi specifici per individuare fratture e problemi muscolari.

 

Tutti i cavalli sono risultati sani e la commissione si è complimentata con i terzieri per il lavoro svolto durante l’anno e che ha permesso di allenare e presentare i cavalli in condizioni eccellenti sia dal punto di vista nutrizionale che atletico. “Condizioni – ha spiegato il presidente Corsalini – che sono frutto di notevole impegno, dedizione e passione”. Soddisfazione anche da parte dei responsabili della segreteria tecnica dell’ente Corsa all’Anello Moreno Pica e Filippo Miliacca: “Le scuderie hanno fatto senza dubbio un  lavoro meticoloso, crescendo e migliorando rispetto agli anni passati. Il nostro plauso va ai responsabili dei terzieri che hanno presentato i cavalli in ottima forma, testimoniando dedizione e rispetto per gli animali”. Soddisfatti per l’esito delle visite anche i tre responsabili delle scuderie di Mezule, Fraporta e Santa Maria, rispettivamente Marco della Rosa,Fabio Ortolani e Diego Cipiccia. “Il risultato della commissione – dicono in coro – premia il nostro impegno annuale nelle scuderie. Tutti i cavalli, sia i ‘vecchi’ che hanno già disputato la gara equestre che i ‘nuovi’ per la prima volta sottoposti all’esame, sono risultati in splendida forma e questo non può che renderci felici. Ora, ci giocheremo tutto al campo, ad armi pari”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*