CITTA’ DI CASTELLO: PRIMO PALIO DEI RIONI SUL FIUME TEVERE

Fiume Tevere
Fiume Tevere
Fiume Tevere

(umbriajournal.com) CITTA’ DI CASTELLO – Si disputerà domenica 22 settembre a Città di Castello la Prima regata dei rioni sul Tevere: l’idea si deve al Canoa Club che tramite il presidente Sandro Paoloni spiega come la gara vuole essere un momento comune alle associazioni territoriali, per il resto dell’anno impegnate su propri obiettivi. Ora dovranno contendersi il bel trofeo realizzato dal maestro fabbro ferraio Gabrio Grilli e così contribuire a riscoprire il nostro fiume e a frequentarlo come un tempo facevano i nostri nonni. Il Tevere non lascia nessuno indietro, accoglie tutti sulle sue sponde: dai grandi campioni ai disabili con cui abbiamo vissuto una bellissima esperienza fino ai piccoli canoisti, che alle 13.00 di domenica apriranno la manifestazione mostrando il percorso”.

In dieci hanno raccolto la sfida: Pro-loco Casella-Garavelle, Società rionale Graticole, Società rionale Madonna del Latte, Società rionale Mattonata, Società rionale Pesci d’oro,  Società rionale Prato, Società rionale Riosecco, Società rionale Salaiolo La Tina, Società rionale San Giacomo e Società rionale San Pio X. L’appuntamento è alle 14.00 di domenica 22 settembre quando scenderanno in acqua un rappresentante di ciascuna squadra accompagnato da un canoista, sorteggiato nella mattina di sabato durante una rigorosa procedura che si svolgerà nella sala del consiglio comunale.

Le imbarcazioni sono a due posti: ogni equipaggio dovrà percorrere un tragitto di 1500 metri, dal Ponte fino ad una boa, cimentandosi anche nell’emozionante “salto della briglia”. Partiranno due batterie da cinque: di ognuna quella con il miglior tempo si disputerà la finale. Per la società vincitrice un trofeo da conservare fino all’edizione successiva quando sarà rimesso in palio. Soltanto chi si aggiudicherà per tre volte consecutive la regata, avrà il diritto di conservarlo per sempre nella propria sede.

“Coniugare risultati agonistici e sociali è una peculiarità del Canoa Club, che ci ha dato grandi soddisfazioni, forse maggiori a qualsiasi altro sport con campioni nazionali e mondiali” dichiara l’assessore al Commercio e Turismo Riccardo Carletti, per il quale “il Canoa Club propone un riavvicinamento con i luoghi della nostra storia con una parte essenziale della città, al pari delle piazze ed dei rioni. Possiamo riscrivere il nostro rapporto con il fiume perché il Tevere è un’eccellenza cittadina”.

“Il Tevere ha grandi potenzialità per mantenere la qualità dell’ambiente urbano e per migliorare la qualità dell’ambiente sociale: da qualche mese c’è fermento intorno a questo corso d’acqua. Dalla giornata di ripulitura con le scuole, al coinvolgimento dei disabili, fino al Palio che disputeremo, il Tevere non è percepito come un elemento naturalistico e di questo dobbiamo ringraziare la sensibilità e l’attivismo del Canoa Club” aggiunge l’assessore alle Politiche ambientali Luca Secondi “Come amministrazione abbiamo posto il fiume al centro di un progetto di valorizzazione del percorso verde da Promano a San Giustino, realizzeremo un attracco anche per i portatori di disabilità, c’è all’orizzonte un progetto di riqualificazione del parco di Rignaldello e del parco naturalistico dei Laghi Spadi, per un milione di euro. Investimenti cospicui per conservare la salute che il Tevere ha naturalmente recuperato: non dobbiamo mai dimenticare che  è un ecosistema, soggetto ai cicli meteorologici e stagionali”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*