A spasso con le dita, inaugurata la nuova mostra allestita al Post

A spasso con le dita, inaugurata la nuova mostra allestita al Post

A spasso con le dita, inaugurata la nuova mostra allestita al Post E’ stata inaugurata questa mattina la nuova mostra allestita negli spazi museali del Post sul tema: “A spasso con le dita – Percorsi sensoriali tra Arte e Scienza”. L’esposizione, a cura di Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi e Enel Cuore Onlus, rientra nell’ambito del progetto “Post sensory friendly – accessibilita’ e multisensorialita’ al museo” sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, ed è patrocinata dal Comune di Perugia, I.ri.fo.r. Umbria, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – sezione territoriale di Perugia e Istituto Serafico di Assisi. Aprendo l’incontro di oggi, Anna Rebella, Direttore Fondazione POST, ha sottolineato che il Post non propone solo una mostra, ma una sorta di “museo nel museo” e favorisce la diffusione di un “atteggiamento” che ha permesso, nel tempo, di realizzare una sorta di “sogno tattile”.

La direttrice ha confermato che la mostra rientra nell’ambito di un progetto più ampio del Post che ricomprende, oltre all’esposizione, anche la formazione, la redazione di un libro tattile e la creazione all’interno del centro di un’aula polisensoriale. Il progetto “Post sensory friendly – accessibilita’ e multisensorialita’ al museo”nasce dal desiderio di voler offrire alla collettività la possibilità di prendere parte al processo scientifico e all’offerta culturale in generale, reinterpretando le esigenze di diversi pubblici e adeguandone di conseguenza il linguaggio per rendere fruibile a tutti l’esperienza di visita.

Da questa riflessione nasce quindi l’esigenza di rendere il Post un Museo accessibile anche a persone che presentino deficit visivi e altre disabilità, aprendo possibilità di esperienze personalizzate in cui la scienza possa dialogare con ogni specificità.

In quest’ottica rientra il desiderio di ospitare, come prima tappa del più ampio progetto, la mostra di opere tattili inaugurata questa mattina. Tra i finanziatori del progetto vi è la Fondazione Cassa di Risparmio, rappresentata questa mattina dal segretario generale Fabio Stazi, il quale ha sottolineato che il compito principale della Fondazione è proprio di occuparsi dei temi del sociale, favorendone lo sviluppo. Per questo, nel caso di specie, si è deciso di sostenere convintamente il progetto del Post, anche perché rappresenta un investimento sui giovani.

Alla presentazione odierna per l’Amministrazione comunale ha partecipato l’assessore Dramane Waguè. Nel ricordare che il Post rappresenta un’istituzione su cui l’Amministrazione crede ed ha investito molto, l’assessore ha precisato che il Comune di Perugia sta lavorando alacremente, di concerto con le Istituzioni scolastiche, per rendere i plessi non solamente accoglienti e sicuri, ma anche accessibili a tutti.

Questo perché il tema dell’accessibilità rappresenta una delle priorità di mandato della giunta che fin dall’inizio della legislatura ha inteso lavorare su questo versante per dare risposte reali all’utenza, nonché con l’obiettivo di creare una cultura dell’aggregazione e dell’inclusione tramite un’attenta formazione.

“Perché dobbiamo far passare il messaggio che ognuno di noi è unico e speciale, ma nel contempo, nelle sue peculiarità, deve sentirsi uguale a tutti gli altri”. Wagué ha quindi ringraziato il Post per l’attività che sta portando avanti e, nello specifico, per il progetto al cui interno si inserisce la mostra: “questa iniziativa è la conferma che lavorando insieme e facendo rete possiamo ottenere grandi risultati nell’interesse dei nostri ragazzi”.

A SPASSO CON LE DITA è un progetto nazionale nato nel 2010 proprio con il fine di promuovere la cultura dell’accessibilità museale e sostenere l’editoria tattile illustrata per l’infanzia su tutto il territorio nazionale. Tra il 2010 e il 2014, ha portato infatti alla produzione e la distribuzione gratuita di oltre 5000 libri tattili a biblioteche pubbliche, ospedali pediatrici e istituzioni culturali. Un’operazione editoriale complessa, unica al mondo, la quale ha prospettato un nuovo modo di pensare le pubblicazioni per la prima l’infanzia.

È sull’onda di questo successo e dell’interesse suscitato nei comuni lettori e all’interno di realtà associative e culturali, che nel 2013 la collaborazione tra la Federazione e Enel Cuore si consolida, cercando di imprimere una spinta decisiva al progetto A SPASSO CON LE DITA attraverso la realizzazione dell’evento itinerante “Le Parole della Solidarietà” che ha portato A spasso con le dita nelle principali città italiane, ospite di importanti biblioteche e musei.

La mostra da oggi approda a Perugia nei suggestivi spazi espositivi del Post, e sarà aperta al pubblico fino al 18 novembre 2018, dal martedì alla domenica dalle 15.30 alle 19.30 e la mattina per le scuole.

L’esposizione propone un percorso artistico attraverso 16 opere tattili, realizzate da importanti artisti illustratori lette in chiave tattile – sensoriale; parte integrante sarà anche una selezione di 50 pubblicazioni tattili per l’infanzia provenienti da tutto il mondo per far percepire la lettura come esperienza multisensoriale: si può leggere con gli occhi ma è possibile farlo anche attraverso il tatto.

A Perugia, i visitatori potranno così apprezzare i lavori di: Gek Tessaro, Francesca Pirrone, Michele Fabbricatore, Giacomo Tringali, Arianna Papini, Michela Grasselli, Giuseppe Vitale, Chiara Carrer, Lorenzo Terranera, Sonia Marialuce Possentini, Elisa Lodolo, Fanny Pageaud, Gabriela Rodriguez Cometta, Mauro L. Evangelista, Daniela Piga, Michela Tonelli e Antonella Veracchi.

La mostra è un’occasione per rendere finalmente funzionale a tutti lo spazio museale, garantendo un diritto universale alla lettura e alla cultura in generale a persone e bambini non vedenti con un messaggio importante di integrazione culturale.

L’esposizione sarà inoltre reinterpretata in chiave scientifica, arricchita da un’ampia offerta di laboratori didattici rivolti alle scuole di ogni ordine e grado, officine artistico-scientifiche per il pubblico di bambini, workshop di progettazione e realizzazione libri tattili e multisensoriali per educatori, genitori e insegnanti, aperitivi ed eventi per il pubblico adulto.

Il Museo diventerà così uno spazio dinamico di integrazione, accessibile a tutti, per permettere esperienze sensoriali straordinarie in grado di farci avvicinare a chi nella quotidianità è costretto ad affidarsi unicamente ai sensi del tatto, del gusto, dell’olfatto e dell’udito. Un’occasione unica per scoprire un modo di “vedere” diverso che può essere compreso solo sperimentandolo direttamente.

Euronews Live

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*