A DERUTA MOSTRA “IN LUCEM TRANSITUS” IN OMAGGIO A SAN FRANCESCO D’ASSISI

Da sinistra Michele Toniaccini, Gualtiero Bassetti, Alvaro Verbena, Giorgio Moretti
Da sinistra Michele Toniaccini, Gualtiero Bassetti, Alvaro Verbena, Giorgio Moretti
Da sinistra Michele Toniaccini, Gualtiero Bassetti, Alvaro Verbena, Giorgio Moretti

(umbriajournal.com) by Avi News DERUTA – È stata inaugurata in occasione della Festa di Santa Caterina, patrono dei ceramisti, lunedì 25 novembre, al Museo regionale della ceramica di Deruta, l’esposizione itinerante “In lucem transitus”, nell’ambito dell’iniziativa benefica “L’arte per la solidarietà”. La mostra di cinque opere in ceramica contenenti le lampade ad olio, in omaggio a San Francesco d’Assisi, nasce per le celebrazioni francescane dello scorso ottobre, in concomitanza con la solenne commemorazione del “Transito” (il passaggio dalla vita terrena a quella celeste) del santo, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli. A promuoverla i Cavalieri di San Francesco, “Knights of Saint Francis”, in collaborazione con l’Opera della Porziuncola e la Fondazione ceramica contemporanea d’autore Alviero Moretti. Le opere originali, realizzate da cinque artisti (Nino Caruso, Bruno Ceccobelli, Graziano Marini, Luciano Tittarelli e Rossella Vasta), sono state realizzate in tiratura limitata nei laboratori della Fondazione Alviero Moretti ed esposte anche a Deruta. Esse potranno essere acquistate, e qui sta il carattere solidale dell’iniziativa, facendone richiesta sul sito della Fondazione, www.fondazionemoretti.it, e compilando il modulo predisposto. Il ricavato sarà devoluto alle opere caritative dei Frati della Porziuncola di Santa Maria degli Angeli, in particolare al Centro diurno per giovani autistici “La Semente” di Spello. A renderlo noto padre Massimo Lelli, prefetto della Basilica di Santa Maria degli Angeli, durante l’apertura ufficiale della mostra a Deruta, alla presenza del sindaco Alvaro Verbena, dell’assessore comunale alle politiche sociali, Michele Toniaccini, dell’arcivescovo di Perugia e Città della Pieve, Gualtiero Bassetti, del presidente della Fondazione Alviero Moretti, Giorgio Moretti, del conservatore del Museo regionale della ceramica di Deruta, Giulio Busti, oltre ad alcuni degli artisti che hanno realizzato le opere, tra cui Rossella Vasta e Graziano Marini. La presentazione dell’evento espositivo a Deruta, che rimarrà visibile fino al 7 gennaio 2014, è avvenuta nello stesso giorno dell’inaugurazione e benedizione di un’altra iniziativa benefica, quella del nuovo mezzo per il trasporto sociale, destinato cioè a cittadini svantaggiati, nell’ambito del progetto “Mobilità garantita”, promosso dal Comune di Deruta.

“Un tributo artistico per l’importante anniversario che quest’anno ha visto la nostra regione protagonista di un grande appuntamento religioso” ha spiegato padre Massimo Lelli, riferendosi alla donazione, il 4 ottobre scorso, durante la visita di Papa Francesco nella città serafica, dell’olio per alimentare la lampada votiva sulla tomba di San Francesco d’Assisi, da parte della Regione Umbria. “La Fondazione – ha concluso Giorgio Moretti – si è dimostrata sensibile a rispondere alle richieste di solidarietà ricevute e nello stesso tempo sta continuando nella sua opera di promozione e valorizzazione della ceramica contemporanea d’autore”.

La mostra è accompagnata anche da un catalogo che illustra gli aspetti artistici e le finalità del progetto con i saggi di Saul Tambini, direttore del Museo della Porziuncola, “Luce e arte in Transitus”, Angela Alioto, “La nascita della Porziuncola Nuova e deiKnights of Saint Francis’”, Rossella Vasta, “Il messaggio dell’iniziativa”, Maria Luisa Martella, “Il luogo del Transito”, e Gemma Zaganelli, autrice di una breve nota sugli artisti e opere.

Maria Galeone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*