AL TEATRO MORLACCHI DI PERUGIA PRESENTATO “BUIO” DI GIANLUCA MENCACCI

Luca Mencacci alla presentazione del suo primo romanzo, Buio
Luca Mencacci alla presentazione del suo primo romanzo, Buio
Luca Mencacci alla presentazione del suo primo romanzo, Buio

(UJ.com3.0)by Avi News PERUGIA – “Una parola semplice, immediata che ricalca in pieno la storia”. È così che Gianluca Mencacci spiega il titolo della sua prima opera letteraria, “Buio”, presentata al pubblico, venerdì 10 maggio, al foyer del teatro Morlacchi di Perugia. Il romanzo,  pubblicato da Morlacchi editore, si colloca a metà strada tra un giallo e un noir, con un racconto, opera della fantasia dell’autore, che raccoglie, tuttavia, elementi dalla realtà, per esempio, nella descrizione dei personaggi e dei luoghi. Trentasette capitoli, 295 pagine e una  cartina dell’Umbria in apertura, quasi ad avvertire, ad anticipare la forte connotazione territoriale del libro, ambientato tra Perugia e altre città della regione. Elementi di realtà emergono anche della fisionomia del protagonista, Luca, un uomo comune, i cui ritmi sono scanditi dalla quotidianità, a tratti noiosa, del lavoro e della vita domestica, “che si trova, suo malgrado – ha spiegato Mencacci -, coinvolto in alcune situazioni che si velocizzano nell’arco del racconto e sono sempre più misteriose”. In un crescendo di tensione e angoscia, dovuto a un incontro e a una successiva, rocambolesca, serie di eventi, il personaggio principale si ritrova, così, improvvisamente, a muoversi a tentoni, al buio.

Perugina l’ambientazione dell’opera, perugino l’autore, che vive e lavora nel capoluogo umbro.

“Non ho mai avuto la presunzione di avere ‘l’idea per eccellenza’ o di scrivere ‘un grande romanzo’ – ha detto Gianluca Mencacci -, ma solo il piacere di far uscire dalla mia mente un semplice racconto, per intrattenere amici e parenti. Ho creato il contenuto di queste pagine tra i rumori consueti delle mura domestiche e, forse, il risultato è stato consono alla confusionaria ambientazione dove è nata la mia ‘creatura’, ma era il compromesso per gettarmi con curiosità in una nuova impresa e continuare a gestire le cose che amo e che riempiono la mia vita, tutti i giorni”.

“La scrittura è un passione che coltivavo da tempo – ha concluso Luca Mencacci -, ed era celata. Poi c’è stata un’idea che si è unita ad altri elementi ed è divenuta più concreta. Nel corso della composizione, il lavoro si è fatta più impegnativo, ma anche più interessante e, quindi, sono andato al galoppo verso la conclusione”.

Il romanzo sarà in uscita nelle maggiori librerie perugine a partire da giovedì 16 maggio.

 

Carla Adamo

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*