Tartufo Nero di Norcia, ripartire dalle eccellenze del territorio, al via venerdì 24 la 54esima edizione

Diversi gli appuntamenti da segnare in agenda anche per questa edizione

Tartufo Nero di Norcia, ripartire dalle eccellenze del territorio, al via venerdì 24 la 54esima edizione NORCIA – Prenderà il via venerdì 24 febbraio la 54^ edizione della Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Nero e dei prodotti Tipici della Valnerina. Sarà un`edizione particolare quella che ci accingiamo a vivere poiché giunge all`indomani degli eventi sismici che hanno segnato la storia della città e del territorio. L`attesa per la Mostra Mercato a Norcia però è rimasta trepidante perché carica di significato: il risveglio della natura e dell’economia nursina dopo l`inverno. Ripartire è dunque la parola d`ordine e farlo da quella terra che ha tolto ma al contempo continua a donare con i prodotti tipici di eccellenza, come il tartufo nero pregiato.

La cerimonia inaugurale, come tradizione, avverrà venerdì alle ore 16 a Porta Romana alla presenza di autorità Civili, Religiose e di quanti in questi mesi hanno lavorato per la gestione dell`emergenza. Nel giro del centro storico, dove alcune attività hanno iniziato a riaprire, in alcuno punti saranno allestiti le rievocazioni degli antichi mestieri: dal fabbro, al norcino.   

La Mostra Mercato si svolgerà nell`arco di tre week end: 24-26 febbraio; 3-5 marzo e 10-12 marzo; circa un centinaio gli espositori che hanno aderito alla manifestazione. Punto forte della kermesse le tipicità del territorio con particolare risalto alle produzioni artigianali delle aziende colpite dal sisma.

Cambia la location: lo spazio per gli espositori sarà presso lo Stadio Comunale Europa dove è allestita una tensostruttura di circa mille metri quadrati, adibita come centro convegni e per le degustazioni.

Attenzione anche per quei ristoranti e bar che hanno perso l`attività: insieme gestiranno il ‘food and beverage’ durante i giorni della kermesse, ognuno di loro proponendo ai visitatori una peculiarità culinaria,  utilizzando i prodotti tipici del territorio.

 “Con senso di responsabilità la nostra amministrazione ha deciso di organizzare la Mostra Mercato anche in questo anno particolare – ha detto il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno – è fondamentale far si che la componente economica torni a muovere i suoi passi e ad investire sul territorio. Con l’assessore Boccanera, che si è occupato dell’organizzazione della kermesse, abbiamo convenuto che in un momento come questo, in cui ci giungono messaggi di speranza e sollecitazione a non mollare, si può esprimere vicinanza alla nostra città, visitandola con l’occasione di Nero Norcia. È bene che ci si renda conto che tessuto urbano città ha retto.

Aspettiamo se possibile molta più gente di altri anni – continua Alemanno – Norcia sarà una città aperta auspicando che i visitatori rispondano ai nostri appelli. In questa direzione abbiamo perseguito l’obiettivo di rilanciare la Mostra Mercato in tre week end, come vetrina ed opportunità per tutti quelli che hanno dovuto chiudere il proprio negozio, dandogli modo di poter tornare ad incontrare la clientela. Intanto continuiamo a dare risposte alla nostra comunità, immaginando il percorso della Norcia del domani, non accontentandoci di tornare al 24 agosto, ma guardare oltre”.
L’assessore Boccanera declinando il programma della Mostra Mercato ‘in progress’, rimarca “la grande attenzione che gli espositori hanno nei confronti della città poiché anche stavolta ci sono giunte diverse richieste da ogni parte d’Italia. Inaugureremo la Mostra Mercato visitando le piazzette allestite con gli antichi mestieri: dalle nostre radici dobbiamo ripartire per costruire il nostro futuro”.
Diversi gli appuntamenti da segnare in agenda anche per questa edizione come quello dall`altovalore simbolico e significativo dell`accensione della Fiaccola Benedettina sabato 25 febbraio sui resti della Basilica di San Benedetto, in piazza, abituale scenario della Mostra Mercato, ora ancora `zona rossa`. Nella ricerca di normalità anche quest`anno non mancheranno gli appuntamenti convegnistici: domenica alle 10:30 le `Città del Tartufo` riunite a Norcia parleranno della “Cultura del Tartufo candidata come patrimonio Unesco”. 

Sabato 4 marzo alle 10,30 si parlerà di ricostruzione in un incontro dal titolo “Da Norcia a  Castelluccio, passando per la Valle Castoriana: un nuovo modello di ricostruzione”.

Alle 15,30 sarà la volta del GAL Valle Umbra e Sibillini, parlare di rilancio del territorio post sisma e di economia. 

Sabato 11 marzo appuntamento con la musica, dal pomeriggio a sera, con esibizione di cantanti e gruppi emergenti a cura dell`associazione culturale Green Stage, che con la web radio sarà `On Air` live da Norcia a partire dal mattino.

Durante i giorni della manifestazione ci saranno show cooking, spettacoli di magia, di musica dal vivo e animazioni per bambini; diversi gli artisti e personaggi che hanno dato la loro disponibilità a visitare Norcia e la Mostra Mercato. Sarà allestito inoltre un servizio navetta che porterà i visitatori dai parcheggi sia a Porta Romana che allo Stadio Comunale Europa, area espositiva. Si riparte dalla terra, dalla genuinità, da Norcia.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*