Faita Confcommercio, dona primi caravan e casette mobili a imprenditori terremotati

A rispondere all’appello sono stati cinque campeggi del Nord Italia

Faita Confcommercio, dona primi caravan e casette mobili a imprenditori terremotati. VALNERINA – Nei giorni scorsi, i primi 4 maxi caravan sono arrivati a Norcia per essere donati ad imprenditori associati. Oggi, a Cascia, stanno montando le prime 4 casette mobili, destinate anche in questo caso a imprenditori associati e ai loro dipendenti.

Tutte le strutture sono state donate dai campeggi aderenti alla Faita Confcommercio e sono arrivate in Valnerina su sollecitazione di Confcommercio Umbria, che si è attivata dopo il terremoto, tramite la Federazione delle imprese turistico ricettive all’aria aperta, per contribuire a trovare soluzioni all’estremo disagio delle imprese e delle popolazioni colpite.

A rispondere all’appello sono stati cinque campeggi del Nord Italia, che hanno messo a disposizione, gratuitamente, oltre 40 strutture in ottime condizioni. Alcune di queste hanno già trovato un nuovo proprietario. Altre sono già opzionate e arriveranno presto. Altre ancora sono in attesa di essere assegnate, a cura di Confcommercio Umbria.

“Le strutture arrivate finora in Valnerina – commenta Giorgio Mencaroni, presidente Confcommercio Umbria – sono state donate dal Camping La Quercia di Bottona, sul Lago di Garda, e dal Camping Fusina, vicino Venezia, gestito dalla società Fusina Terminal srl. A loro, e agli altri imprenditori che hanno dimostrato disponibilità e generosità estremi, va la nostra riconoscenza. Nell’emergenza e nel dramma del terremoto, il loro gesto ha un grande significato in termini di solidarietà, ma ha anche una valenza economica. Contribuirà ad alleviare i problemi di decine di nuclei familiari e, speriamo, darà loro un ulteriore incentivo per progettare il loro futuro di imprenditori e di cittadini della Valnerina”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*