Umbria Jazz e Conad ancora insieme, rinnovata partnership

Il Jazz Contest si preannuncia tiratissimo e combattuto

Jazz, a Perugia proseguono eventi musica afroamericana

Umbria Jazz e Conad ancora insieme, rinnovata partnership

da Cristiano Romano
Conad e Umbria Jazz rinnovano la propria partnership promuovendo la quinta edizione del Contest riservato a giovani artisti under 35. All’esibizione sul palco del Festival (Perugia, 8-17 luglio 2016), messa in palio come di consueto per i 10 finalisti, si aggiungono due importanti riconoscimenti: un premio di 5.000 euro per il 1° classificato, individuato dalla Giuria Artistica presieduta da Renzo Arbore, e un buono del valore di 500 euro per il più votato dalla community online, valido per la registrazione del proprio album in una sala di incisione professionale.

Apriranno mercoledì 16 marzo le iscrizioni al Conad Jazz Contest, concorso musicale promosso da Conad e Umbria Jazz – con il patrocinio di Regione Umbria e Comune di Perugia – per dare spazio al talento digiovani musicisti under 35 italiani o stranieri, solisti o gruppi, che propongano brani jazz di vari generi e stili, senza escludere contaminazioni. I concorrenti possono iscriversi gratuitamente entro martedì 10 maggio 2016, caricando tre brani sul sito www.conadjazzcontest.it o sull’omonima pagina Facebook. In palio per i 10 finalisti, come sempre, l’esibizione sul palco del Festival, in calendario a Perugia dall’8 al 17 luglio 2016.

L’impegno dei promotori nella valorizzazione del talento si concretizza quest’anno in nuove e ulteriori forme di sostegno alla carriera artistica dei giovani musicisti: per la prima volta nella storia del Contest, infatti, al 1° classificato – individuato dalla Giuria Artistica presieduta da Renzo Arbore – verrà assegnato un premio del valore di 5.000 euro, quale contributo al proseguimento del proprio percorso artistico. Ma non solo. Nella stessa ottica, il gruppo o solista più votato dalla community online verrà premiato con un buono di 500 euro, valido per la registrazione di un album in una sala di incisione professionale (a scelta del vincitore).

Confermata inoltre, anche per quest’anno, la partnership con Deezer (www.deezer.com), servizio globale di musica in streaming su cui sarà possibile ascoltare in esclusiva la compilation con i brani dei 10 finalisti, e con Zimbalam (www.zimbalam.it), aggregatore digitale che si occuperà della distribuzione dei brani.

«Il Contest è nato per dare una risposta a tanti giovani di talento – commenta Francesco Pugliese, amministratore delegato di Conad – che spesso nel nostro Paese non trovano spazio per esprimere le proprie capacità, nella musica come in tanti altri campi. Per questo continuiamo a investire nel progetto, cercando di dargli una veste sempre più concreta: non vogliamo offrire a questi ragazzi uno spazio di visibilità fine a se stesso, ma una reale opportunità di costruire il proprio futuro. La scelta di allargare sempre più lo spettro dei premi e dei soggetti coinvolti – dal riconoscimento economico alla partnership con grandi player dell’industria musicale – va in questa direzione».

A selezionare i nuovi talenti del jazz saranno anche quest’anno due giurie: una giuria tecnica – formata da musicisti jazz e rappresentanti dei due partner Deezer e Zimbalam – che individuerà 9 finalisti, e una giuria popolare aperta a tutti, che potrà esprimere il proprio voto via web (sul sito www.conadjazzcontest.it) e da dispositivi mobile, decretando il decimo finalista.

Per l’edizione 2016, il ruolo della giuria popolare non si esaurirà in fase di nomination: una volta individuati i 10 finalisti, infatti, le votazioni online saranno riaperte e la community online potrà esprimersi nuovamente per decretare il proprio preferito tra i 10. Il più votato di questa seconda fase si aggiudicherà un buono del valore di 500 euro, valido per la registrazione del proprio album in una sala di incisione professionale.

A stilare una classifica di merito dal 1° al 10° (indipendentemente dal voto della giuria popolare) sarà infine la giuria artistica presieduta da Renzo Arbore, composta da Nicola Sinisi, direttore di Radio Rai, Marco Molendini, critico musicale e giornalista de “Il Messaggero”, Luca Conti, direttore del mensile “Musica Jazz”, Donatella Miliani, giornalista de “La Nazione Umbria” e Giovanni Guidi, pianista. Per il 1° classificato, oltre al premio di 5.000 euro, in palio l’inserimento nella lineup di Umbria Jazz Winter #24 (Orvieto, 28 dicembre 2016 – 1 gennaio 2017).

Renzo Arbore, presidente della Giuria e presidente della Fondazione Umbria Jazz, sottolinea il legame tra i risultati del concorso e il momento di grande vivacità artistica che sta vivendo il jazz italiano, ulteriore motivo di stimolo per i più giovani: «La novità oggi è che il jazz italiano, grazie al successo e alla creatività di molti nostri musicisti di punta – in alcuni casi superiori addirittura a quelle degli americani – ha fatto da apripista e da modello alle nuove generazioni che si avvicinano a questo straordinario linguaggio musicale. Un modello che abbiamo ben scolpito, senza dubbio alcuno, nel nostro dna».

La competizione sarà agguerrita anche a livello individuale: si riconferma anche per quest’anno il premio speciale al singolo musicista più promettente, cui sarà riservato un posto alla Berklee Summer School 2017 at Umbria Jazz Clinics

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*