Pop sinfonico di Brian Wilson, a Umbria Jazz balla e canta l’Arena Santa Giuliana [FOTO E VIDEO]

Il tour di cui fa parte il concerto perugino è dedicato alla celebrazione di Pet Sounds

Pop sinfonico di Brian Wilson, a Umbria Jazz balla e canta l'Arena Santa Giuliana
brian wilson

Pop sinfonico di Brian Wilson, a Umbria Jazz balla e canta l’Arena Santa Giuliana

di Marcello Migliosi e Morena Zingales
PERUGIA – Uno spettacolo sabato sera all’Arena Santa Giuliana. Brian Wilson con la sua band ha fatto cantare e ballare tutto il pubblico presente, nessuno si è sottratto al ritmo di questo gruppo, davvero eccezionale. Applausi a ritmo di musica per ogni brano cantato e suonato. L’Arena questa sera è stata pienissima e il pubblico ha partecipato pienamente con la band a tutto il concerto, senza stancarsi mai.
Uno uno dei geni assoluti della musica rock. Brian Wilson, che con le sue innovazioni ne ha letteralmente cambiato il corso. Il tour di cui fa parte il concerto perugino è dedicato alla celebrazione di Pet Sounds, il disco dei Beach Boys che 50 anni fa interpretò meglio di ogni altro quelle innovazione e per questo è univocamente considerato come uno dei più importanti della cultura rock. Con lui sul palco Al Jardine e Blondie Chaplin.

Brian Douglas Wilson è un cantautore, musicista, compositore, arrangiatore e produttore discografico statunitense, fondatore e principale autore dei Beach Boys. Innovativo e sperimentatore, ha profondamente influenzato la musica pop/rock negli ultimi decenni. È considerato da molti critici musicali uno dei più grandi geni della musica contemporanea.

CHI ERANO I BEACH BOYS I
Beach Boys sono un celebre gruppo musicale statunitense formatosi nel 1961 a Hawthorne, cittadina a sud-ovest di Los Angeles in California. Annoverabili come prima pop-rock band americana[senza fonte], nonché per molti aspetti la più importante e longeva, raggiunsero uno straordinario successo commerciale, diventando in breve tempo un’icona giovanile della loro generazione. Nella prima metà degli anni sessanta attraverso la loro musica caratterizzata soprattutto da sofisticate armonie vocali, contribuirono in modo determinante a creare nell’immaginario collettivo di tutto il mondo, lo stereotipo della California come terra di sole, mare e divertimento. Nel corso della lunghissima carriera e nella loro abbondante discografia il gruppo sperimentò una moltitudine di generi musicali differenti. Inizialmente legati alla surf music e al rock & roll di facile presa da classifica, il gruppo nel giro di pochi anni dagli esordi è riuscito a crescere artisticamente in maniera sorprendente, attirando l’attenzione dei più illustri colleghi e addetti ai lavori per arrivare a essere riconosciuti dalla critica musicale come una delle band più determinanti e influenti della storia della musica. La vetta artistica della loro carriera fu raggiunta nel 1966, dapprima con la pubblicazione di Pet Sounds, considerato da sempre uno dei capolavori più illustri della storia della musica e classificato al secondo posto nella classifica dei 500 migliori album di tutti i tempi stilata nel 2012 dalla rivista Rolling Stone; nello stesso anno viene pubblicato il singolo Good Vibrations, che riscuote un successo incredibile, venendo classificato sempre da Rolling Stone al sesto posto nella lista delle 500 migliori canzoni. Molte delle sperimentazioni e delle tecniche di incisione proposte dal complesso per merito delle idee innovative dello storico leader fondatore Brian Wilson, infatti, hanno influenzato (Beatles in primis) ed influenzano tuttora la produzione musicale globale. Storia affascinante quanto drammatica quella dei Beach Boys, fatta non solo di musica, raccontata più’ volte da Hollywood e dintorni attraverso il Cinema, Fiction e Documentari. 
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*