Perugia si è svegliata al ritmo di jazz, al via Umbria Jazz 17

Già da questa mattina era possibile ascoltare lungo le vie del centro storico della città i brani suonati da musicisti di strada

Perugia si è svegliata al ritmo di jazz, al via Umbria Jazz 17

Perugia si è svegliata al ritmo di jazz, al via Umbria Jazz 17 di Luana Pioppi PERUGIA – Perugia si è svegliata al ritmo di jazz. Già da questa mattina era possibile ascoltare lungo le vie del centro storico della città i brani suonati da musicisti di strada. Un ritmo che dalle 13 in poi si è amplificato con l’apertura del palco dei Giardini Carducci che hanno esordito con “Accordi Disaccordi”, a cui seguiranno alle 14,30 la “Shake ‘em up Jazz Band” per poi continuare con altri 7 gruppi fino a questa notte dopo le una. In piazza IV Novembre si suonerà dalle 19 con la Bahcesehir University Jazz Band della Turchia. A seguire Sammy Miller and The Congregation e Gangbè Brass Band. Alle 18,30, invece, è in programma il tradizionale appuntamento con i Funk off e la loro street parade. Come sempre ad ora di pranzo e di cena ci saranno concerti anche alla Bottega del Vino.

Nel main stage dell’Arena Santa Giuliana si comincerà con i Kraftwerk. La storica band tedesca che inventò il techno pop presenta il suo spettacolo di Gesamtkunstwerk.
Il programma dell’arena (la chiusura è prevista il 16 luglio) prosegue sabato con la star britannica Jamie Cullum e con una serata (domenica) dedicata ai cantautori, da Luigi Tenco a Fabrizio De Andrè. Sul palco Giuliano Sangiorgi, Paolo Fresu, Gino Paoli, Gaetano Curreri, Danilo Rea, Mauro Ottolini.

Il cartellone, da lunedì, vira decisamente verso il jazz con anche Wayne Shorter, Dee Dee Bridgewater, Enrico Rava e Tomasz Stanko, Fabrizio Bosso con Paolo Silvestri.
Jazz per puristi al teatro Morlacchi con Fresu in duo con Uri Caine. Il programma dei concerti di mezzogiorno nella Galleria Nazionale dell’Umbria sono improntati ad atmosfere quasi da camera. Infine, musica gratuita tutto il giorno da due palchi del centro storico perugino e dalla marching band (i Funk Off).

Umbria Jazz 17

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*