Per il Comune di Terni, “Bombe nazifasciste sulla città”, ma erano americane

Imperdonabile svista che vede fantomatici bombardamenti “nazifascisti” distribuire morte e sofferenza

Per il Comune di Terni, "Bombe nazifasciste sulla città", ma erano americane

Per il Comune di Terni, “Bombe nazifasciste sulla città”, ma erano americane

TERNI – CasaPound Italia Terni in seguito alla pubblicazione sul sito internet del Comune della determina dirigenziale n.3631 del 13/11/2017 della Direzione dei servizi culturali firmata Dott.ssa Maria Rosaria Moscatelli chiede le sue immediate dimissioni dopo l’imperdonabile svista che vede fantomatici bombardamenti “nazifascisti” distribuire morte e sofferenza nella nostra città durante le terribile giornate negli anni ’43 e ’44.

Andando infatti a leggere il rinnovo del protocollo di intesa tra Arciragazzi, laboratorio di comunicazione Blob lgc, Club Alpino Italiano, Gruppo Grotte Pipistrelli, l’Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea e il Comune di Terni scopriamo con grande sorpresa che i 108 bombardamenti che hanno martoriato la nostra città non sono stati commessi dagli “ Alleati “ Inglesi e Americani così come riportato da numerose testimonianze storiche, dagli archivi militari e dalle centinaia di pubblicazioni sui bombardamenti a Terni, bensì dai “ nazifascisti“.

Riportiamo quindi fedelmente quanto scritto della Determina:

“Visto che il territorio cittadino è particolarmente ricco di testimonianza relative ai rifugi antiaerei della seconda guerra mondiale; dal momento che la città di Terni ha subito un profondo sconvolgimento con i 108 bombardamenti a cui fu sottoposta dai nazifascisti“.

Noi non crediamo alla “svista” ma piuttosto alla volontà strumentale e revisionista di riscrivere la storia sperperando soldi pubblici secondo i propri canoni di compiacimento e ritorni elettorali, per questo motivo certe affermazioni sono una offesa a tutte le famiglie delle oltre 1018 vittime che hanno trovato tragica morte in dieci mesi di inumani e criminali bombardamenti perpetrati ad armistizio firmato dalle forze di invasione degli eserciti inglesi ed americani i quali, per fiaccare il morale della popolazione, in molte occasioni si resero protagonisti di voli radenti sui civili colpendo donne e bambini nel mercato alle 10 di mattina.

Racconti scomodi evidentemente questi, racconti che secondo la Dottoressa Moscatelli i ternani non devono conoscere così da alimentare la favola del bene assoluto contro il male, la disinformazione di sistema per compiacere ANPI ed associazioni politicizzate.

Una vera vergogna storica che sommata al quadro delle indagini e degli arresti che hanno colpito la nostra città rende bene il quadro del clima sotto il quale vengono affidati servizi pubblici.

Regaleremo alla Dott.ssa Moscatelli un libro sui bombardamenti a Terni e staremo in prima fila nelle visite ai rifugi per ascoltare con le nostre orecchie come viene raccontata la storia in città.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*