Volley, una grintosa Altotevere mette in difficoltà Verona che passa per 1-3

L’Altotevere chiude con una sconfitta la sua complicata stagione ma riesce comunque a dare tutto in campo come aveva chiesto in settimana coach Fausto Polidori. I biancorossi perdono ai vantaggi il primo set e vincono nettamente il quarto ma non basta di fronte alla solidità dei ragazzi di Giani che ottengono molto soprattutto dal servizio. Ottima la prova di Mazzone, 73% in attacco e 4 muri
Nei sestetti non c’è alcuna sorpresa: Polidori manda in tribuna Baroti e mette in campo il solito 6+1 e lo stesso fa Andrea Giani che non vuol fare perdere ai suoi il ritmo partita in vista dei prossimi play off, quindi c’è anche Sander che sette giorni fa contro Modena aveva accusato un piccolo problema al ginocchio.
Randazzo sfonda il muro di Anzani per l’1-0, risponde Sander 1-1 poi la palla out di Deroo regala il primo break ai biancorossi (3-1). I due ace di Gasparini portano Verona avanti (4-5) e così Polidori toglie Randazzo per Dolfo (4-6). Della Lunga pareggia con un bel mani out ma è ancora dalla zona di battuta che gli ospiti allungano sul turno di Deroo, anche grazie ai tentacoli di Zingel (6-11). Al time out di metà set la Calzedonia conduce di quattro lunghezze (8-12) grazie a un mini recupero targato Maric e Della Lunga che sono i più continui in attacco (12-15). In campo, però, si vede un’Altotevere che lotta e che non vuole lasciare nulla di intentato per chiudere al meglio: un paio di ottime difese, targate Dolfo e Tosi, vengono poi trasformate in punto da Della Lunga.  Entrano Franceschini per la battuta nell’Altotevere e White per la ricezione tra i gialloblu, poi Polidori alza il muro con Kaszap in prima linea per Corvetta. Un pallonetto out di Deroo avvicina i biancorossi (19-20) che però sbagliano qalcosa di troppo al servizio (7 errori nel set); ci pensa Aganits a fermare Zingel (23-23). Maric annulla una palla set (24-24, time out Giani) poi la fortuna è nemica dello stesso opposto serbo a cui ricade su un braccio la palla diretta fuori dopo il muro di Sander (24-26).
Dolfo rimane in campo nel secondo set al posto di Randazzo. La Calzedonia parte avanti con Sander prima (3-1) e poi con Zingel a muro (2-6, time out Polidori). Il turno in zona uno di Anzani scava il solco (2-9), ancora Della Lunga s’incarica di rendere meno pesante il divario con un attacco e un muro punto su Gasparini (6-11), mentre entra anche Lensi in seconda linea. Dopo la sosta tecnica l’Altotevere recupera ancora (8-12) salvo poi veder scappare di nuovo gli avversari (10-15). Come sempre Giani dà respiro a Sander in seconda linea , dentro White, e massimo vantaggio ospite del set (11-18, time out Polidori). Questa volta l’Altotevere non ce la fa a rientrare a contatto con la Calzedonia mentre nel frattempo Randazzo è rientrato al servizio. I biancorossi però ci provano: Mazzone mura Gitto (14-20), lo imita Della Lunga su Bellei (17-22)  poi Verona chiude con l’ace di Bellei (18-25).
Una buona Altotevere apre il terzo set con un parziale di 5-2 sul servizio di Dolfo. Sander e Coscione recuperano quasi tutto lo svantaggio (6-5), ancora Della Lunga è decisivo con la pipe per il 9-6. Giani è costretto al time out sul 10-6 (bomba di Dolfo da posto quattro dopo gran difesa di Lensi), i biancorossi continuano a macinare gioco e vanno sul 12-6 alla sosta tecnica. Entra Bellei per Gasparini, Anzani va a segno con lo slash (13-8) ma questa volta è Verona a sbagliare qualcosa di troppo al servizio (16-9, out Sander). Sul 17-9 Giani chiama i suoi in panchina per la seconda volta, poi arriva il Mazzone show: il centrale torinese prima trafigge in primo tempo per due volte di fila i gialloblu poi inchioda Deroo (20-10). In questa fase l’Altotevere gioca in modo spettacolare in ogni fondamentale  ed arriva facilmente ad accorciare le distanze con l’ace di un ottimo Della Lunga (25-13). In questo set i ragazzi di Polidori fanno segnare uno strabiliante 78% in attacco.
Si lotta nella prima del quarto set (3-3) poi è ancora il servizio, e sempre di Anzani, a fare la differenza (4-7, time out Polidori). Quando Dolfo recupera la battuta Verona è sul 6-10, Gasparini, in ombra fino a quel momento, spara un ace che rispedisce a meno 6 i biancorossi (6-12 alla sosta tecnica). Maric e Della Lunga accorciano ancora (11-14) ma questa volta la Calzedonia non ha intenzione di far rientrare l’Altotevere in partita (12-19, ace di Sunder e time out Polidori). Sul 14-21 Giani fa entrare Borgogno per Sander, Verona va sul 16-23 proprio con il nero entrato. L’Altotevere recupera due punti (18-23) poi si arrende definitivamente alla parallela di Gasparini.
Finisce con le due tifoserie che si salutano e si augurano un reciproco in bocca al lupo.

1-3
(24-26/18-25/25-13/18-25)
ALTOTEVERE PALLAVOLO: Corvetta, Maric 12, Della Lunga 15, Randazzo 1, Mazzone 13, Aganits 5, Tosi (L), Dolfo 7, Franceschini, Kaszap, Lensi (2L). A disp.: Teppan, Daldello. All. Polidori.
CALZEDONIA VERONA: Coscione 3, Gasparini 9, Sander 14, Deroo 16, Zingel 5, Anzani 8, Pesaresi (L), White, Bellei 3, Gitto 3, Borgogno 1. A disp.: Blasi, Centomo (2L). All. Giani.
Arbitri: Gianni Bartolini di Signa (FI) e Fabrizio Pasquali di Casette d’Ete (AP)
Note: Altotevere (b.v. 2, b.s. 16, muri 10, errori 3), Verona (b.v. 11, b.s. 16, muri 9, errori 12)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*