Volley, una Tuum Perugia fiduciosa nelle parole del coach Fabio Bovari

il coach Fabio Bovari

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Ultimata la fase degli annunci, ora la Tuum Perugia è davvero al completo e si prepara a tornare in palestra per cominciare quel lavoro di amalgama che serve per trovare una precisa identità di squadra. Si sta per aprire la nuova stagione agonistica, la palestra è in attesa di accogliere le magliette nere che cominceranno a prendere dimestichezza con il nuovo contesto sportivo e con le compagne.

Un periodo di transizione è quello che vivrà il club grifone, stimolato dall’aver portato a termine una campagna acquisti interessante e che potrà consentire di essere ancora protagonista in serie B1 femminile.

Il coach Fabio Bovari lancia le sue atlete. “Abbiamo cercato di capire cosa correggere rispetto alla stagione precedente – ha spiegato Bovari – per avere una squadra competitiva per fare bene. Quindi abbiamo valutato e ponderato ogni singola scelta cercando di mettere le pedine giuste nei posti giusti. Abbiamo cambiato sei giocatrici su tredici alternando esperienza tecnica a giovani di prospettiva. Abbiamo voluto alzare da subito il livello tecnico con innesti di categoria superiore, atlete provenienti dalla serie A che completano quelle che già avevamo”.

“Quello che andremo a disputare – ha proseguito il coach – sarà un campionato di certo molto più competitivo di quello della stagione appena trascorsa. Ci aspettiamo di ripetere i buoni risultati delle ultime stagioni, due quarti posti e due terzi posti, con play off e la promozione sfumata di un soffio, e di essere ancora protagonisti. Saranno poi i risultati ottenuti sui campi di gioco a premiare chi merita. Certo è che noi vogliamo anche quest’anno dire la nostra, e allora avanti tutta”.

Gli sportivi del capoluogo regionale e gli appassionati delle schiacciate sono curiosi di vedere all’opera i volti nuovi e già si mobilitano per essere presenti ai primi allenamenti all’impianto di Pian di Massiano.

 

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*