Volley, a tutelare la Tuum Perugia in seconda linea c’è Giorgia Chiavatti

Giorgia Chiavatti

Classe 1995 e 170 centimetri di altezza è specialista di ricezioni e difese – “Nutro grande voglia di riscatto e ciò mi spinge a pretendere molto di più da me stessa”

(umbriajournal.com) Avi News) – Perugia, 12 ago. – Aumentano le conferme in casa della Tuum Perugia che ha deciso di affidarsi a nocciolo duro di giocatrici per costruire la squadra che sarà protagonista nella prossima stagione. Sarà un campionato di serie B1 femminile con tante incognite per quanto riguarda le avversarie ma sul fronte dell’organico le magliette nere dimostrano di voler continuare a credere negli elementi su cui avevano investito.

Le parole di Giorgia Chiavatti. In casa perugina, per affrontare la terza categoria nazionale, ci sarà ancora la libero Giorgia Chiavatti, perno insostituibile della seconda linea e che si appresta a giocare per il quarto anno nel capoluogo umbro. “Sono più che felice – ha dichiarato Chiavatti – di rimanere a Perugia, posso solo dire che ce la metterò tutta per fare bene e dare un contributo positivo alla squadra. Non vedo l’ora di iniziare per conoscere le nuove compagne, sono molto carica. Ho fiducia in questa prossima stagione e sono convinta che faremo bene, personalmente nutro grande voglia di riscatto per quanto riguarda la stagione scorsa, e ciò mi spinge a pretendere molto di più da me stessa”.

Chi è Giorgia Chiavatti. La determinazione non manca alla specialista di ricezioni e difese, giocatrice che da due anni si è guadagnata il posto da titolare e che non è mai stata sostituita nel suo ruolo in questo periodo. Giorgia Chiavatti è nata a Gualdo Tadino il 24 gennaio 1995 e ha un’altezza di 170 centimetri, muove i primi passi a Nocera Umbra, poi, essendo residente nei pressi del confine umbro-marchigiano si trasferisce a quattordici anni a Jesi dove gioca nei settori giovanili ed esordisce nel 2010 in serie B2. Dopo tre stagioni viene chiamata a Perugia per giocare in B1 dove continuerà ad essere protagonista.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*