VOLLEY PERUGIA, A1/M, PROVARE A RIPARTIRE…

Goran Vujevic
Goran Vujevic
Goran VujevicY PER

(umbriajournal.com) PERUGIA ­– Ripartire… Bisogna farlo, è necessario ed in fondo è forse anche la strada migliore per cercare di tornare alla normalità per la Sir Safety Banca di Mantignana Perugia, scossa dal lutto che ha colpito la notte tra domenica e lunedì il proprio capitano e la propria bandiera Goran Vujevic.

La società e la squadra si sono strette intorno a Goran negli ultimi due giorni cercando di portare, per quanto possibile, conforto alla famiglia e da oggi proveranno a tuffarsi nuovamente con la testa nel campionato che sabato pomeriggio propone per Perugia l’anticipo della seconda giornata, in diretta su RaiSport1 a partire dalle ore 17:30, al PalaEvangelisti contro Casa Modena.
Non è facile parlare di pallavolo in un frangente tanto tragico e questa certamente sarà la difficoltà maggiore per i Block Devils di Kovac. Il tecnico serbo, grande amico di Vujevic e della sua famiglia, dovrà trovare il modo per tirar fuori le giuste motivazioni dai ragazzi. L’allenatore bianconero, visibilmente ancora turbato, ma come sempre estremamente disponibile nonostante la difficoltà del momento, chiede comprensibilmente di evitare commenti sull’amico Vujevic e sa che la gara di sabato, già di per se molto complicata dal punto di vista tecnico, sarà difficilissima anche sotto altri aspetti:
“In questi giorni che ci separano dalla partita – dice Boban – devo cercare di togliere dalla testa dei miei ragazzi ed anche dalla mia i brutti pensieri che adesso ci attanagliano e, lo dico sinceramente, non è una cosa affatto semplice. Quello che posso assicurare è che cercheremo di preparare la sfida con Modena nel modo migliore possibile. So che sarà un match difficilissimo e che ci troveremo di fronte un avversario di livello guidato da un grande allenatore come Lorenzetti che sa far giocare sempre bene le proprie squadre. Sono convinto che anche noi siamo una buona formazione e credo che lo abbiamo dimostrato anche domenica scorsa a Cuneo, ma è chiaro che adesso abbiamo delle difficoltà e che il mio compito principale sarà quello di presentare una squadra con la testa in campo”.
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*