Volley, Claudio Giri onlus ha fatto centro, vittoria della solidarietà

Cus Perugia e School Volley Perugia avviano un percorso insieme nel minivolley

SAN FELICIANO (PG) – Va in archivio con piena soddisfazione il Memorial Claudio Giri, manifestazione indetta dalla omonima associazione in collaborazione con Pianeta Volley e con il supporto di Fipav Umbria e Csi Perugia. Un evento che ha avuto l’onore di veder partecipare tutti i migliori interpreti della pallavolo all’aperto del territorio umbro, nonché qualche elemento delle province limitrofe. Tante persone che conoscevano Claudio sono tornate in campo a distanza di anni per onorare la sua memoria in questo primo appuntamento di sand volley 3×3 misto. È certamente il caso di Mirka Francia, presidente onorario della onlus intitolata all’amico scomparso prematuramente il 2 aprile scorso, che per l’occasione ha calcato un campo di sabbia dal quale non era mai stata attratta prima. A due anni dal suo stop all’attività agonistica la pluricampionessa cubana ha mostrato ancora di possedere la stoffa della fuoriclasse, unica donna tra le squadre iscritte ad impegnarsi anche a muro, fondamentale nel quale ha raccolto una mezza dozzina di punti contro avversari uomini. La rete posta a 235 cm., più alta per il settore femminile, più bassa per il maschile, non ha impensierito la stella caraibica che è stata senza dubbio una delle più ammirate del torneo. Ma è anche il caso di Fabio Coletti, stacanovista delle schiacciate che non si è tirato certamente indietro malgrado l’età, è stato lui con i suoi 53 anni il veterano della competizione che ha sfidato a viso aperto i protagonisti attuali della disciplina, giocatori con meno della metà delle sue ‘primavere’. Allo stabilimento balneare Zocco Beach di San Feliciano è stato grande il divertimento per un evento ideato in primis per ritrovare tante persone sotto il segno dell’amicizia, tutte mosse dalla passione per questa disciplina che ha il pregio di unire come una grande famiglia. Altissimi i numeri dei partecipanti, 29 squadre per un totale di 95 atleti (alcuni team si sono schierati con una riserva). Tantissimi, senza dubbio la maggioranza dei registrati, gli ex atleti che sono tornati in attività per condividere la gioia e le emozioni che solo le sfide agonistiche sanno regalare. Come detto, però, c’erano anche i professionisti della disciplina, e sono stati proprio loro a regalare uno spettacolo di altissimo livello, con particolare riferimento alle quattro squadre migliori della classifica finale. Ad aggiudicarsi il torneo ed il titolo 2014 è stata la squadra dei ‘Pull’ formata da Filippo Agostini, Davide Urbani e Beatrice Meniconi, una terna che si è imposta in una finale mozzafiato al termine di tre combattutissimi set sul collettivo dei ‘Ciccicoco’ composta da Cesare Gradi, Filippo Pochini e Giada Vergoni altri favoritissimi alla vigilia. Il punteggio finale testimonia l’equilibrio dei valori in campo (19-21, 21-19, 15-11), per una partita che si è conclusa praticamente dopo il tramonto e con una luce al limite del regolamento, complicazioni di visibilità che aumentano la bravura dei protagonisti. Terzo gradino del podio per la formazione dei ‘Frulla’ composta da Roberto Menculini, Simone Picchio e Valeria Pippi che nella finale di consolazione hanno superati i rivali denominati ‘3 birre al campo 2’ che contavano su Francesco Iorio, Alessandro Oggiano ed Elisa Barluzzi ed è salita sul podio. Anche in questo caso il risultato del match è lo specchio di quanto sia stata combattuta la partita risoltasi in due set (26-24, 21-15). Impossibile nominare tutti ma certamente una menzione la meritano i ‘Palo’ con Marco Brunetti, Simone Di Arcangelo ed Elisabetta Bertini che, sommando l’età di tutti, è risultata la formazione più navigata con un totale di 135 anni, dimostrando di poter tenere il campo nonostante la perdita d’abitudine alle gare. Previsti anche diversi riconoscimenti speciali che sono stati riservati a livello individuale, la giuria tecnica ha assegnato il premio ‘meglio assortiti’ a Massimo Bifarini che è stato tra i pochi a presentare una squadra con due donne in campo; il premio ‘dottor Gibaud’ per il giocatore più fasciato è andato ad Alessandro Oggiano; il premio ‘paste’ per i molteplici colpi d’attacco finiti sotto il nastro inferiore della rete è andato a Valeria Pippi; il premio ‘blasfemo’ per le imprecazioni colorite a Francesco Iorio; il premio ‘rompi’ per l’arbitro più fiscale a Silvano Alunni; il premio ‘abbronzatura’ per la tintarella d’orata a Nicola Modugno; il premio ‘scolorita’ per l’assenza di tintarella ad Elisa Barluzzi. Sono stati infine assegnati i premi più seri, il miglior giocatore del torneo è risultato Filippo Pochini, mentre è stata eletta migliore giocatrice della manifestazione Beatrice Meniconi. La cerimonia delle premiazioni è stata curata da tanti soci fondatori della Associazione Claudio Giri onlus e presenziata dal presidente della Fipav Umbria Giuseppe Lomurno e dal presidente della Fipav Perugia Luigi Tardioli. Da sottolineare la grande mole di lavoro svolta dallo staff arbitrale formato da Silvano Alunni, Roberto Ambrosi, Donatella Ceccagnoli, Francesco Cirielli, Claudia Colucci, Beatrice Cruccolini, Azzurra Marani, Marco Nampli, Daniela Morini, Paolo Pocceschi, Diletta Roccaforte, Bishara Shanin, e Roberta Tramba che, coordinati dal direttore di competizione Antonio Lancia, hanno consentito di svolgere al meglio il tabellone delle gare, sia sotto la pioggia e sia sotto i cocenti raggi del sole, con enorme professionalità. Encomiabile anche il lavoro di Ilaria Capponi, vero jolly dell’evento che si è prodigata al massimo per fare sì che tutto potesse funzionare nella maniera migliore. Una competizione particolare perché i fondi raccolti in questa occasione saranno destinati ad un’operazione di solidarietà in favore di un gruppo di ragazzi diversamente abili che vogliono fare sport ma non possono usufruire di alcun sostegno per acquistare carrozzine per giocare a basket. Sono stati anche loro i protagonisti della domenica, fornendo un saggio delle loro abilità nella esibizione svolta nel campo in cemento della struttura sportiva lacustre, una partitella dimostrativa tra la Polisportiva Disabili Foligno e una selezione della Rappresentativa Umbria che ha riscosso interesse ed apprezzamento dai presenti. Al termine della sfida a premiare simbolicamente le squadre è stato uno dei monumenti della pallavolo, il perugino Andrea Sartoretti è intervenuto insieme alla sua famiglia per salutare i presenti e consegnare un trofeo nelle mani del capitano Anselmo Ugolini. Tante le iniziative messe in piedi per contribuire alla raccolta di fondi, una delle quali è stata l’istituzione di un mini club, una sorta di baby parking nel quale i bambini hanno potuto svolgere attività divertenti insieme ai responsabili della onlus a fronte di offerte libere da parte dei genitori. Per l’occasione anche Volley Foto ha lanciato una iniziativa particolare, il fotografo Michele Benda ha fornito la possibilità di avere un album personalizzato con le immagini scelte da ognuno che ne faccia richiesta, la spesa è simbolica di 15 euro e la quota eccedente il costo di stampa tipografica sarà versata all’associazione per i suoi nobili scopi. Tutte le foto del torneo saranno caricate sul sito www.michelebenda.eu/memclaudiogiri e potranno essere selezionate per coloro che sono interessati, mentre per le informazioni sulla proposta si può consultare il link www.michelebenda.eu/fotoalbum_Memorial_Claudio_Giri che spiega nel dettaglio come fare per ordinarlo. Al termine della maratona di partite che hanno caratterizzato i due giorni del torneo si sono vissuti i momenti di maggior commozione, Antonio Bartoccini ha infatti voluto omaggiare con un quadro celebrativo la famiglia di Claudio Giri, la moglie Debora Ragnacci, presidente della onlus, e le figlie Margherita e Veronica, per ricordarlo con un pensiero che racchiude la sua essenza di sportivo: “Successo è fare il meglio che puoi, è essere leali, combattivi e veri. Guardare avanti e mai indietro, credere in ciò che fai, avere ottimismo e fiducia”. Ma se tutto ciò è stato possibile è anche grazie ai partner ufficiali che hanno sostenuto in maniera determinante questo appuntamento: Bartoccini, Calzetti & Mariucci, Cmp, Gingillo, Il Padrino, Impronta Grafica, L’Officina, OroMarket e Ristorante del Golf, nonché i fornitori Gruppo Grifo Alimentare e Nestlé Perugina che con i propri prodotti hanno reso più gustosa e piacevole l’intrattenimento. Ringraziamenti infine anche per i gestori dell’impianto Gianni Giannetti ed andrea Giannetti che hanno messo a disposizione tutta la loro professionalità in un palcoscenico di notevole fascino.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*