Volley, Città di Castello: La conferma di Van Walle e il ritorno di Rossi

gert van Walle (2)(umbriajournal.com) CITTA’ DI CASTELLO – Una conferma e un gradito ritorno per l’Altotevere Città di Castello. Giocherà anche la serie A1 in maglia biancorossa l’opposto belga Gert Van Walle, grandissimo protagonista della cavalcata solitaria in A2 dello scorso anno del Città di Castello Pallavolo, mentre torna dopo due anni il centrale Andrea Rossi, già a Città di Castello nel 2010-2011.

Conferma scontata quindi per Gert Van Walle, ora impegnato nell’European League con la maglia del Belgio, le cui cifre del 2012-2013 parlano da sole: ha chiuso il campionato scorso al terzo posto della classifica dei bomber della A2, con 425 colpi vincenti e con molti set in meno giocati rispetto a chi lo precedeva ed ha trionfato nella graduatoria degli aces con 46 azioni a segno, senza contare i 49 muri. L’opposto mancino dell’Altotevere Città di Castello, che due anni fa ha vinto il tricolore con la Lube Macerata, torna quindi nella massima serie desideroso di confermare la grande stagione 2012-2013.

Dal ritiro della nazionale belga Gert dichiara: “Attualmente sto lavorando molto per su l’European League, siamo i primi nel girone e giocheremo la finale a quattro.

Per il prossimo anno, ho delle buone sensazioni. La società sta costruendo una squadra giovane, ma di buon livello. Non vedo l’ora di iniziare la nuova stagione”.

Andrea Rossi, centrale di 202 cm, nato a Bibbiena (Arezzo), classe ’89, è contentissimo di tornare a Città di Castello dopo la parentesi del 2010-2011. Tornato la stagione successiva alla Bre Banca Lannutti Cuneo per la fine del prestito, nella squadra piemontese Andrea è stato spesso utilizzato, soprattutto nel campionato scorso con coach Piazza ed ha giocato la finale di Champions League, persa da Cuneo 3-2 contro i russi del Novosibirsk:“Sono felice di tornare a città di castello, ho un bellissimo ricordo di tutti, avevamo portato a termine un campionato con un buon risultato finale, si era creata una buona atmosfera tra società squadra e pubblico. Speriamo che lo stesso accada anche quest’anno perché, come tutti sanno, in A1 ci sono squadre molto forti. Ho più esperienza rispetto a due anni fa dopo quello che ho vissuto a Cuneo con personaggi importanti del volley, come Grbic, Wijsmans, Sokolov che mi hanno insegnato tante cose che mi serviranno anche a Città di Castello”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*