Volley A1/M, Perugia fa “Centro”! Veste in bianconero Thomas Beretta!

Thomas BERETTA, attaccoPERUGIA – Prende consistenza il reparto dei centrali della nuova Sir Safety Banca di Mantignana Perugia. Accanto al confermato Simone Buti, la società del presidente Sirci è felice di annunciare l’acquisto di Thomas Beretta!

205 cm di muscoli e potenza nati nel 1990 a Milano, Beretta cresce nel florido vivaio della Sisley Treviso (come l’altro nuovo acquisto Maruotti) con il quale conquista nel 2008 lo scudetto under 18. Qualche fugace apparizione in prima squadra, poi nella stagione 2010-2011 il salto nei “grandi” in serie A2 a Mantova. Thomas comincia a prendere sicurezza nel ruolo e si consacra nella seconda serie nazionale con le due stagioni successive a Milano (quando incrocia la Sir che poi conquisterà la promozione) e Monza. Stagioni che lo pongono alla ribalta nazionale e che fruttano la convocazione di Berruto con la selezione maggiore (dopo quelle già collezionate con la juniores).

Con la maglia azzurra Beretta si mette in grande evidenza e chiude la stagione internazionale con il bronzo alle finali di World League, l’argento agli Europei ed il bronzo in Grand Champions Cup. L’anno scorso il salto nel campionato di serie A1. Beretta indossa la maglia di Modena e colleziona alla fine 209 punti, con il 58,6% in attacco e 69 muri vincenti. Proprio il muro è il fondamentale migliore di Beretta (nelle statistiche dello scorso campionato è finito al sesto posto nella speciale classifica), ma il nuovo centrale bianconero sa farsi apprezzare anche in primo tempo grazie anche ad altezze del colpo ragguardevoli.

Ora per Beretta, nella rosa dei convocati per la World League appena iniziata, la possibilità con la maglia dei Block Devils di crescere ulteriormente e di dimostrare in pieno tutto il suo enorme potenziale.
Soddisfatta la società bianconera per essersi assicurata per prestazioni del posto tre milanese. E soddisfatto soprattutto il tecnico di Perugia
Nikola Grbic:
“Non ho avuto modo di giocare contro Beretta, ma conosco benissimo le qualità del ragazzo. Stiamo parlando di un centrale in campo titolare con la maglia della nazionale nella finale degli Europei dello scorso anno. Nonostante sia molto alto (205 cm, ndr), si muove bene a muro e ci darà sicuramente una grande mano al centro. Dei tre fondamentali nei quali è protagonista un centrale, il muro è certamente quello migliore, ma penso che in attacco non sia inferiore a quelli più forti del suo ruolo, mentre in battuta possiamo e dobbiamo crescere. In generale credo che Thomas abbia molti margini di miglioramento e spero che sarà la rivelazione dell’anno. La giovane età? È un po’ il nostro trend di quest’anno portare in rosa giovani talenti e Beretta ne è altra dimostrazione”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*