Volley A1/M, l’ultimo man of the match è per Rocco Barone!

PERUGIA – Contravvenendo alle solite abitudini, la serata conclusiva della stagione, domenica scorsa, è stata anche l’occasione per eleggere l’ultimo Man of the Match del 2014-2015 in casa Sir Safety Credito Cooperativo Umbro Perugia.
Nonostante la sconfitta subita il gara 3 a Trento, il presidente Sirci ha voluto lo stesso eleggere il “migliore” della squadra, protagonista tutta di una prova di altissimo livello che ha portato Perugia ha sfiorare davvero la finale scudetto.
E tra gli artefici della grande gara della Sir, un posto in primo piano lo ha meritato certamente Rocco Barone. “Veleno”, uno dei beniamini dei tifosi bianconeri, si è fatto trovare pronto alla chiamata di Grbic chiudendo la sua prestazione personale con 17 punti a referto, frutto di 10 attacchi vincenti (53% con zero errori e zero murate subite), 2 ace e 5 muri vincenti. Senza dimenticare la carica agonistica e l’entusiasmo riversati in campo a beneficio dei compagni. Per questo il presidente Sirci ha deciso di premiare il centrale di Palmi con l’ultimo Man of the Match stagionale. Diverso dal solito, anche nella location (non quella abituale dello spogliatoio bianconero), ma non per questo meno importante e gradito!

COMINCIANO LE PARTENZE DEI BLOCK DEVILS. IN OTTO, PIÙ GRBIC, ATTESI DALLE NAZIONALI!

Sarà questa una settimana di partenze per molti dei giocatori e per parte dello staff tecnico di Perugia. Terminati gli impegni con la squadra, i Block Devils faranno ritorno nelle loro sedi per il periodo estivo. Un periodo di vacanza breve per gli otto atleti bianconeri che hanno ricevuto la convocazione con la propria nazionale. Si tratta degli azzurri Giovi, Buti, Beretta e Paolucci, del serbo Atanasijevic, del tedesco Fromm, dell’argentino De Cecco e del greco Tzioumakas. Tutti risponderanno alla chiamata con il team del proprio Paese in vista dei vari impegni internazionali in programma. Senza dimenticare poi anche Nikola Grbic, pure lui atteso, nelle vesti di coach, alla guida della Serbia. Vacanze più lunghe invece, dopo una stagione lunghissima e piena di impegni ufficiali, per i vari Barone, Maruotti, Fanuli, Vujevic e Sunder.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*